Il mare incanta, il mare uccide, commuove, spaventa, fa anche ridere, alle volte, sparisce, ogni tanto, si traveste da lago, oppure costruisce tempeste, divora navi, regala ricchezze, non dà risposte, è saggio, è dolce, è potente, è imprevedibile. Ma soprattutto: il mare chiama.

Alessandro Baricco

Il mare

Sono nata a pochi passi dal mare e per anni ogni mattina il mio sguardo incontrava le onde. Adesso che il mare è lontano e che vivo in mezzo alle montagne, il mare continua a vivere dentro di me. Perché il mare è così, ti ipnotizza, ti travolge, ti chiama. Il coloro delle sue acque, il suono delle onde, la sua irrequietezza, l’orizzonte irraggiungibile: il mare regala sensazioni che non so raccontare; ma sono convinta che ha ragione Wallace J. Nichols quando dice che c’è un rapporto tra il nostro benessere e l’acqua. E col mare è qualcosa di ancora più profondo.

Proprio per questo, oggi ti invitiamo a scoprire 10 incredibili cammini con vista mare in Italia, per scoprire paesaggi mozzafiato, con lo sguardo verso l’orizzonte.

1. Sul sentiero degli Dei, in un paradiso terrestre – Campania

È considerato tra i sentieri escursionisti più belli al mondo, e la ragione ti sarà chiara già al primo passo. Si cammina per 3 ore guardando il mare, con davanti il panorama della Costiera Amalfitana e di Capri, per un itinerario che ti regalerà emozioni uniche.

Dove dormire: a pochi chilometri da Amalfi e Positano, il B&B Nido degli Dei ti invita al relax, nella sua splendida terrazza panoramica o nel suo orto biologico.

2. I colori delle Cinque Terre – Liguria

Un’escursione di un’intera giornata per scoprire uno dei territori più incontaminati d’Italia: un lungo tratto di costa rocciosa ricco di baie e spiagge bagnate da un mare cristallino, e cinque caratteristici e coloratissimi paesini arroccati.

Dove dormire: a Riomaggiore, il primo dei cinque borghi, ti aspetta l’Affittacamere Dai Baracca in un’antica torre a pochi passi dal mare divenuta ospitalità ecologica.

3. Tra cibo, grotte e teatri greci – Campania

Tra le perle della Campania c’è sicuramente lui, il Cilento, una perla fatta di calette, baie e grotte, a pochi passi da siti archeologici e acropoli. Un luogo da scoprire a piedi, lentamente, per poi fermarsi in un ristorantino bio e gustare gli scilatielli alla cilentana.

Dove dormire: al Residence Ancora, a Acciaroli, dove troverai moderni e accoglienti appartamenti con vista mare a 360 gradi!

4. Un cammino lungo un’isola – Sardegna

1220 km, tre isole e 105 torri, tra mare, dune e foreste: è il cammino lungo tutta la Sardegna mappato da tre camminatori esperti che non si allontana mai più di 2 km dal mare. È un modo unico per conoscere la Sardegna, per scoprire luoghi selvaggi, miniere e torri costiere. E per innamorarsi nuovamente del mare.

Dove dormire: scopri tutte le strutture ricettive ecosostenibili della Sardegna!

5. Nella natura incontaminata della Baia di Porto Selvaggio – Puglia

Attraversi una pineta e arrivi al mare. È un breve itinerario nel cuore di un luogo ancora selvaggio, dove ti ritrovi a tu per tu con la natura e la sua bellezza, dal fruscio del vento tra gli alberi, al rumore delle onde del mare, ai colori dei fiori e del tramonto.

Dove dormire: non lontano dal parco naturale di Porto Selvaggio, puoi soggiornare in un’azienda agricola biologica immersa nel verde.

6. Verso una piccola baia e la sua abbazia – Liguria

Stretto tra il mare e la montagna, questo incredibile sentiero si fa strada tra fasce di ulivi, boschetti e rocce a strapiombo sul mare sino ad arrivare alla suggestiva Abbazia di San Fruttuoso nella cornice del meraviglioso Parco Naturale di Portofino.

Dove dormire: immergiti nella natura nell’agriturismo Le Sorgenti del Gromolo, a metà strada tra le Cinque Terre e Portofino.

7. Le meraviglie del Parco Nazionale del Gargano – Puglia

Un bianco e verde promontorio calcareo che si protende sino al mare Adriatico, profondo e cristallino: lo Sperone d’Italia è un luogo unico che racchiude in sé innumerevoli habitat e tantissimi itinerari per scoprirli: ascolta il rumore del mare, assapora il profumo degli agrumi e dei pini, tuffati tra i colori della foresta per un viaggio indimenticabile.

Dove dormire: prenotate una casetta ecofriendly nel Villaggio Club degli Ulivi e vi ritroverete nel cuore del Parco, un perfetto punto di partenza per la scoperta della natura incontaminata del Gargano.

8. Qui non si invidiano i Caraibi – Sicilia

Siamo nella parte occidentale dell’isola, nella riserva naturale dello Zingaro. Un luogo racchiuso tra San Vito lo Capo e Scopello, tra paesaggi selvaggi e acque cristalline.

Dove dormire: a San Vito lo Capo ti aspetta l’albergo Auralba con servizio spiaggia e noleggio di bici.

9. Per un tramonto dove il verde incontra il blu – Campania

Una passeggiata tranquilla da fare a piedi ma anche in bici dal porto di Agropoli alla baia di Trentova, lungo un percorso di splendide spiagge. L’unica difficoltà sarà resistere alla tentazione di fermarsi per un tuffo prima di arrivare a destinazione!

Dove dormire: in una residenza d’epoca nel cuore del Cilento, a un passo dal mare e immerso nel verde, circondata da un giardino con oltre 400 ulivi, alcuni secolari, alternati con gli alberi di fico bianco, fiori e macchia mediterranea.

10. Verso  il Golfo dei Poeti – Liguria

Un cammino per guardare e scoprire i panorami del Golfo dei Poeti con i suoi tratti di costa scossi e a strapiombo sull’acqua. All’ombra degli alberi si parte da Bocca di Magra e si arriva a Lerici.

Dove dormire: per una sosta eco sostenibile a Bocca di Magra vi consigliamo l’Hotel Sette Archi, un hotel affacciato sul lungomare pedonale.

sea-beach-holiday-vacation

Qualsiasi itinerario sceglierai, potrai immergerti nell’atmosfera dei paesi marittimi, potrai ascoltare le onde infrangersi sugli scogli per poi, giunti a destinazione, tuffarti nelle acque cristalline.

 

Ti potrebbero interessare:

Camminare nei boschi e arrivare al mare

La Marina di Barcellona, benessere in riva al mare


Autore: Chiara Marras

Sono Chiara, 25 anni, una laurea in tasca e tanti progetti in mente. Credo fortemente nel web come punto di scambio e divulgazione e penso che uno dei temi più urgenti in questo momento sia l'eco-sostenibilità. Perché allora non riscoprire il viaggio come unione con la natura e con la cultura locale?
Altri articoli di Chiara Marras →


Questo articolo è stato pubblicato il itinerari ed etichettato , , , , . Ecco il permalink.