1220 km, tre isole, 105 torri, tra mare, dune e foreste: Nicola è pronto a partire e noi con lui. Il Cammino 100 torri è nato quasi per caso, per poi trasformarsi in un progetto grandioso: tre amici, camminatori esperti, hanno iniziato, weekend dopo weekend, a pianificare e mappare tutti i tratti del periplo della Sardegna, con l’obiettivo di non allontanarsi mai più di 2 km dal mare.

#cammino100torri: un cammino lungo la Sardegna e le sue torri
Torre del Porticciolo, foto di Franek N via Flickr

E adesso è arrivato il momento di testare di persona l’intero percorso, in un viaggio di 45 giorni intorno alla Sardegna: lo farà Nicola Melis che partirà il 1 Giugno e ci racconterà, qui nel nostro blog, il suo cammino in tempo reale con sette imperdibili articoli.

Il Cammino 100 Torri (#cammino100torri) è il modo perfetto per conoscere l’isola, le sue ricchezze minerarie i suoi abitanti e popoli del mare. Lungo il viaggio si incontrano le torri costiere della Sardegna, che fin dal medioevo costituivano il sistema difensivo di avvistamento e di comunicazione della costa sarda; e che, come fari per pellegrini, dominano il paesaggio rendendolo unico e caratteristico.

#cammino100torri: un cammino lungo la Sardegna e le sue torri
Torre argentina, foto di Santi via Flickr

Al telefono, Nicola mi ha raccontato delle sue esperienze, del Cammino di Santiago insieme al padre, di alcuni incontri fatti in pellegrinaggio, di tutti quelli che l’hanno già contattato per affrontare un pezzo del giro della Sardegna insieme; parlare con lui ti mette voglia di partire, di scoprire i luoghi selvaggi della sua amata Sardegna. Mi dice che lui parlerebbe per ore, del cammino, dell’isola, di viaggio. Ecco qualche domanda che sono riuscita a fargli.

Cosa significa per te viaggiare?

Significa scoprire. Scoprire nuovi luoghi. Ma allo stesso tempo è un desiderio di ricerca interiore.

Il viaggio per me è un qualcosa di molto intimo. 

Perché secondo te è meglio fare un viaggio a piedi?

Nicola mi dice che è una domanda difficile, che, negli anni, nei diversi cammini compiuti, ha rivolto lui stesso ai suoi compagni di viaggio, pellegrini, viandanti o camminatori. E così è arrivato a una risposta, semplice e banale, dice lui, ma veritiera.

Un viaggio a piedi, qualsiasi esso sia, senza mai usare un mezzo, solo usando i nostri piedi è l’unico modo per conoscere se stessi. Solo camminando a piedi si conoscono i propri limiti fisici e mentali. Solo camminando a piedi si conosce il territorio e ciò che la natura ci offre. Solo con la calma che ti offre il camminare riesci a capire il tuo vero io. 

Perché consiglieresti un viaggio in Sardegna?

La Sardegna è una regione che sembra un continente: dove si può camminare 12 mesi all’anno? dove si possono ammirare tutte insieme opere dei fenici, dei romani, dei pisani piemontesi in un unica regione? dove si possono ammirare bellezze come Cala Goloritzé? Dove si può mangiare la fregola, la panada, il cous cous? Molti potrebbero pensare che son cose banali, ma tutte nascono da noi sardi, dalla nostra storia, dal nostro modo di essere; ecco il perché di un viaggio in Sardegna per conoscere e conoscerci.

E l’isola non la si può conoscere se non camminandoci. Io stesso l’ho conosciuta così è continuerò a conoscerla camminandoci.

Stentino, Sardegna. Scopri l'isola con il #cammino100torri
Stintino, foto di bl3w via Flickr

Manca poco alla partenza, siate pronti a partire insieme a Nicola per il Cammino 100 torri, per questo viaggio incredibile?

 

You might also like:

2016 anno dei cammini: 10 cammini da non perdere in Italia quest’anno

6 itinerari che non ti aspetti in Sardegna


Autore: Chiara Marras

Sono Chiara, 25 anni, una laurea in tasca e tanti progetti in mente. Credo fortemente nel web come punto di scambio e divulgazione e penso che uno dei temi più urgenti in questo momento sia l'eco-sostenibilità. Perché allora non riscoprire il viaggio come unione con la natura e con la cultura locale?
Altri articoli di Chiara Marras →


Questo articolo è stato pubblicato il itinerari ed etichettato , , , , . Ecco il permalink.