Ingredienti: nove castelli e fortificazioni, un parco naturale da esplorare, il mare a pochi chilometri, un’atmosfera d’altri tempi e panorami ineguagliabili in ogni dove.
Se ti sembra la ricetta perfetta per un viaggio, allora Arcevia, incantevole borgo delle Marche, è la meta ideale per la tua prossima vacanza.

Arcevia, borgo medioevale delle Marche
Foto via Canva Pro

Ci troviamo nell’alta valle del fiume Misa, a 535 metri sul livello del mare. Davanti a noi si schiude un ampio orizzonte: lo sguardo si spinge fino all’azzurro dell’Adriatico per poi ammirare dall’altra parte prima le dolci colline e poi le vette dell’Appennino umbro-marchigiano. È così che ci accoglie questo angolo delle Marche, offrendoci dei paesaggi incantevoli e un’atmosfera che sembra invitarci a rallentare.

La tua vacanza nel borgo medievale di Arcevia

La tua vacanza nel borgo medievale di Arcevia
Foto via Canva Pro

Arcevia, un tempo terra di contese e di battaglie, oggi è un borgo suggestivo che sembra essersi fermato nel tempo. È situato in una posizione strategica per chi vuole vivere il mistero e il fascino dei suoi nove castelli medievali, per chi vuole esplorare il Parco Naturale Regionale della gola della Rossa e di Frasassi, ma anche per chi sogna il mare di Senigallia ma preferisce un soggiorno calmo e rilassante.

I castelli del borgo per un tuffo nella storia

Il borgo marchigiano è formato da 11 frazioni e il suo territorio è costellato da ben 9 fortificazioni, testimonianze dell’importante storia del luogo. Si tratta di castelli tre-quattrocenteschi, caratterizzati dalle possenti mura fortificate e dagli splendidi panorami che offrono. Sono i castelli di Avacelli, Castiglioni, Caudino, Loretello, Montale, Nidastore, Piticchio, Palazzo e San Pietro in Musion e meritano di essere visitati uno per uno.

I castelli di Arcevia
Castello di Loretello. Foto via Canva Pro

Quello di Avacelli, ad esempio, custodisce al suo interno la chiesa di San Lorenzo dentro la quale potrai ammirare un dossale in terracotta dipinta rappresentante la Madonna della Misericordia (sec. XVI). Caudino è uno dei più piccoli ed è incastonato come una piccola perla ai fianchi del monte. Puoi arrivarci da una tortuosa strada che attraversa un bellissimo bosco. Loretello, con il suo bel ponte di accesso a tre arcate, è il più antico. Palazzo d’Arcevia invece era il più popoloso e oggi è forse il più suggestivo: inerpicato sulle pendici del monte Caudino è un intreccio di vicoli e antiche case fortificate.

Gli itinerari nel Parco Naturale delle Marche

Arcevia si trova all’interno del Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, cuore verde della Regione Marche. Si tratta di un vero e proprio paradiso per tutti gli escursionisti, ma non solo: il territorio del parco è costellato infatti da numerosi itinerari e sentieri di diversa difficoltà. Ma, cosa ancora più importante, il parco regala dei monumenti naturali e degli scorci davvero spettacolari. Punta di diamante del Parco è sicuramente il complesso ipogeo più grande in Europa. La Grotta di Frasassi è una delle attrazioni più belle di tutta Italia, offre infatti uno spettacolo senza uguali. Al suo interno ti aspetta un labirinto sotterraneo fatto di stalattiti, stalagmiti e laghetti cristallizzati.

Grotta di Frasassi
Foto via Canva Pro

Da non perdere anche la Valle Scappuccia, un luogo segreto che stupisce con il suo fascino e la sua natura incontaminata.

Dove dormire per una vacanza ad Arcevia

Poggio delle Querce. Casa vacanze nelle Marche

Nel verde di Arcevia ti aspetta Poggio delle Querce, una casa vacanza privata che offre un incredibile giardino e la bellezza del silenzio della natura. Il giardino il barbecue, il fascino di un’ex casa colonica sapientemente ristrutturata, la posizione appartata e l’ampia vista sulle colline circostanti rendono questa struttura eco-friendly il luogo perfetto per trascorrere una vacanza nelle Marche.