Un viaggio nella Sicilia orientale, in luoghi dalla bellezza indescrivibile, dove “a muntagna” è sempre visibile, come a seguirvi e a indicarvi la via. Una vacanza da vivere appieno, tra degustazioni e itinerari, alla scoperta di Catania, del vulcano Etna e dei suoi dintorni, sempre nel pieno rispetto dell’ambiente, scegliendo di muoversi a piedi o in treno. C’è tanto da vedere attorno a quello che è un luogo unico e mozzafiato, uno dei pochi posti al mondo dove nel giro di una giornata puoi prendere uno skilift e poi tuffarti da uno scoglio. Abbiamo scelto per voi 10 cose imperdibili per un viaggio perfetto in quella che forse è la Sicilia più bella.

Una passeggiata tra le meraviglie di Catania

Una passeggiata tra le meraviglie di Catania
By Luca Aless [CC BY-SA 4.0], from Wikimedia Commons
Sulla Porta Garibaldi di Catania c’è scritto: “Melior de cinere surgo“, “Rinasco dalla cenere più bella di prima”. Proprio come una fenice, la città siciliana è sempre rinata, dopo essere stata distrutta 9 volte da terremoti, eruzioni, invasioni. Qui non si può perdere Piazza Duomo con l’elefantino, i mercati popolari come la Pescheria di piazza Carlo Alberto, e una passeggiata nei 3 chilometri della Via Etnea, la più scenografica della Città, strada dello shopping che prende il nome dal fatto che va in direzione dell’Etna, che rimane sempre visibile, e che permette di scoprire tutta la bellezza del barocco siciliano.

Le Gole dell’Alcantara

Gole dell'Alcantara

Non lontano dai deserti vulcanici si trova una natura sorprendente, con le acque gelide del fiume Alcantara, che scorre attorno al vulcano e crea sensazionali fenomeni naturali. Il raffreddamento delle colate laviche nell’acqua ghiacciata del fiume ha dato origine a un suggestivo canyon con pareti rocciose alte fino a 50 metri e dalle forme curiose. È possibile addentrarsi per circa 25 metri in questo spettacolo, tra piccoli laghi e cascate di acqua cristallina.

Vedere l’Etna da una nuova prospettiva

Circumetnea

Un modo originale e green per ammirare i paesaggi lavici, che si alternano alle meravigliose campagne con alberi di pistacchio e fichi d’india, è quello di guardare l’Etna dalla finestra del treno della Circumetnea, storica ferrovia inaugurata nel 1898, che viaggia intorno al vulcano attraversando numerosi paesini e regalando ai viaggiatori pittoreschi scorci.

Linguaglossa, figlia della foresta

Linguaglossa
By gnuckx [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons
Linguaglossa è un piccolo borgo che si erge alle sommità dell’Etna che, secondo la leggenda fu fondato da artigiani genovesi e lombardi al tempo dei normanni. I suoi abitanti la chiamano “figlia della foresta” perché si trova attaccata a degli immensi boschi di conifere che si diradano solo all’inizio dei sentieri che portano ai crateri sommitali. Tra le vie del paese troverete un’atmosfera suggestiva, nonché una bella chiesa Matrice, palazzi nobiliari, un museo dedicato al pittore Salvatore Incorpora che qui passò tutta la sua vita, e il Museo Etnografico dell’Etna.

Prendi il treno, l’Ottobrata ti aspetta

Da Catania all'Etna, la tua avventura green in Sicilia
By Alessandrocelona [GFDL or CC BY-SA 3.0], from Wikimedia Commons
Ottobre è il mese perfetto per visitare la Sicilia e il suo vulcano. Ogni weekend del mese infatti è possibile vivere la festa dei sapori e profumi tipici siciliani: a Zafferana Etnea c’è l’Ottobrata, una festa del folklore e del cibo sotto il vulcano.

La magia del Teatro Greco di Taormina

Teatro Greco di Taormina

In uno spettacolare promontorio, con vista sul mare e il vulcano sullo sfondo, c’è il monumento più famoso dell’incredibile Taormina e uno tra i più importanti dell’isola. A pochi passi dal Corso Umberto, strada principale della città, si trova il Teatro Greco, da sempre e ancora oggi luogo di spettacoli di tutti i generi. Goethe ne rimase estasiato durante il suo viaggio in Italia, e anche voi rimarrete completamente affascinati da questa perla storica e architettonica.

I Crateri Silvestri dell’Etna

Etna

Tra i coni più noti dell’intero edificio vulcanico dell’Etna ci sono i Crateri Silvestri, la cui formazione risale all’eruzione del 1892. Il cratere minore può essere interamente visitato: potrete girarlo tutto ed entrare al suo interno. Da qui per arrivare fino in cima al cratere maggiore vi aspetta una scalata di 20 minuti, che vale sicuramente la pena. Lo spettacolo da qui è indescrivibile!

L’osservatorio astrofisico

Etna

Nel cuore del parco dell’Etna, si trova la sede Mario Girolamo Fracastoro dell’Osservatorio Astrofisico di Catania. L’osservatorio, a 1725 metri s.l.m., ospita i telescopi per astrofisica professionale posti alla più alta altitudine di tutta Italia. È possibile prenotare delle visite guidate dagli astronomi o partecipare a particolari serate tematiche. Le visite prevedono osservazioni al telescopio, osservazione del cielo a occhio nudo e spiegazioni sui diversi fenomeni celesti.

Il castello di Aci Castello

Il castello di Aci Castello

Sembra quasi che scruti il mare, il castello della cittadina di Aci Castello, distante pochi chilometri da Catania. Si erge su un’immensa roccia basaltica a strapiombo sul mare, originata da un’eruzione vulcanica basaltica marina di oltre 500.000 anni fa. La presenza di sabbia e argilla nel fondale originario, il raffreddamento del magma a contatto con l’acqua fredda del mare hanno dato vita a una struttura davvero rara e suggestiva: la pietra lavica è ricoperta da una crosta vetrosa e divisa all’interno in prismi. Il castello, costruito in pietra lavica nera nel 1076, è inaccessibile su tre lati e ospita oggi un piccolo museo civico, con esposizioni permanenti, mostre itineranti e periodicamente eventi culturali.

Una notte green a Casa Arrigo

Casa Arrigo è una struttura antica immersa nel verde lussureggiante del vicino Parco dell’Etna, nel comune di Linguaglossa. L’agriturismo, che si impegna nel rispetto dell’ambiente utilizzando energia pulita, dispone di sei unità residenziali tutte provviste di aria condizionata, un parcheggio privato e una zona piscina. Un’atmosfera accogliente, la possibilità di gustare i prodotti locali, una natura bellissima che vi circonda renderà il soggiorno davvero indimenticabile.

Pronte le valige?

 

Ti potrebbero interessare anche:

3 itinerari a piedi nel cuore verde della Sicilia

Il fascino dell’agrumeto: ritorno alla terra, tra i paesaggi e sapori unici della Sicilia