Una terrazza sospesa tra mare e cielo, immersa in quella che sembra una tavolozza di colori: eccoci a Sorrento, autentica perla non solo della Campania, ma di tutto il Belpaese.

Uno sguardo al suo promontorio tufaceo, magari alla luce del tramonto, che si tuffa nell’inteso blu del mare e subito diventa chiaro il motivo per cui Sorrento è, da sempre, una meta così ambita e amata.

Panorama di Sorrento
Foto via Canva Pro

Fondata probabilmente dagli Antichi Greci, abitata prima dagli Etruschi e poi dai Romani, Sorrento è una meta turistica internazionale nota sin dal XIX secolo, quando iniziò a diventare una tappa obbligata per chi cercava quell’atmosfera tipicamente italiana e romantica.

Cosa vedere a Sorrento

Byron, Shelly, Tolstoj, Dickens e Nietzsche sono solo alcuni di coloro che sono rimasti affascinati dalla bellezza unica di Sorrento. Ora è il nostro turno. Iniziamo a esplorare la cittadina dalla sua piazza principale, dedicata al poeta Tasso. Qui possiamo ammirare la Chiesa barocca del Carmine, il Palazzo Correale, le statue e gli splendidi edifici storici. Ma soprattutto ci mescoliamo tra la gente del luogo, iniziando a capire l’animo autentico di Sorrento. La piazza è anche il punto d’accesso al centro storico della cittadina: da qui parte un dedalo di caratteristiche stradine, dove troveremo antiche botteghe artigiane, negozio e ottime gelaterie.

Piazza del Tasso, Sorrento
Foto via Canva Pro

Proseguendo la nostra esplorazione non possiamo perdere il Duomo, la pittoresca Marina Grande e il porto di Marina Piccola.

Piccolo porticciolo di Sorrento
Foto via Canva Pro

La Villa Comunale sorge sull’orto dei frati francescani ed è sicuramente uno dei punti più belli di tutta Sorrento, perfetta per godere della brezza marina e di un panorama incredibile sull’intero Golfo.

Cosa mangiare a Sorrento

Piatto di gnocchi alla sorrentina
Foto via Canva Pro

La bellezza di Sorrento passa anche attraverso i suoi sapori. C’è ad esempio il limone. Uno dei simboli della cittadina campana, possiamo gustarlo nei dolci tipici e nel classico limoncello. Poi tanti piatti di pesce fresco, il formaggio Provolone del Monaco e, naturalmente, gli immancabili gnocchi alla sorrentina.

Una vacanza sostenibile

Vallone dei Mulini
Foto via Canva Pro

Ma come rendere la nostra vacanza a Sorrento più rispettosa dell’ambiente? Niente di più facile! Possiamo arrivare in treno senza troppo stress: da Napoli, facilmente raggiungibile da qualsiasi città, parte infatti la stazione della Circumvesuviana che ci porta direttamente a Sorrento. Il biglietto costa meno di 4 euro. Per soggiornare in modo green abbiamo l’imbarazzo della scelta: possiamo dormire in una delle confortevoli camere dell’Hotel Villa Giovanna, concederci una notte lontano da tutto a Villa Carolina, o nella Casa Gaia Sorrento BIO Vacanze o ancora optare per la Terrazza Family House.

Il Sentiero degli Dei
Foto via Canva Pro

Non mancano poi le possibilità di immergersi nella natura e nel mare circostante: noi consigliamo di visitare il Vallone dei Mulini, di organizzare un giro in barca che includa la Grotta Azzurra di Capri, l’area marina protetta di Punta Campanella o ancora il parco naturale dei Monti Lattari. E come non parlare di uno degli intinerari escursionistici più belli al mondo? Il Sentiero degli Dei ci porta alla scoperta della Costiera Amalfitana, permettendoci di camminare davanti a panorami mozzafiato. Il sentiero collega Agerola con Positano.

“Qui dove il mare luccica,
E tira forte il vento
Su una vecchia terrazza
Davanti al golfo di Surriento”