Nel febbraio 2022 è stato condotto un sondaggio commissionato da Booking.com su più di 30.000 persone provenienti da 32 paesi diversi che avevano viaggiato almeno una volta negli ultimi 12 mesi e che avevano un viaggio in programma nel 2022. Dall’analisi è emerso, in maniera abbastanza netta, che nelle persone cresce il desiderio di viaggiare sostenibile ma mancano le informazioni e gli strumenti per farlo. Vediamo nel dettaglio i dati di questa interessante indagine.

Cresce il desiderio di viaggiare sostenibile

desiderio viaggio sostenibile
foto via Canva PRO

Circa il 71% degli intervistati ha dichiarato di voler viaggiare in maniera più sostenibile per il prossimo anno. Nel 2021 erano il 61% secondo un sondaggio analogo commissionato sempre da Booking.com. La crescita di interesse è stata perciò del 10% in un anno.

Inoltre, l’81% degli intervistati ha affermato di ritenere importante viaggiare sostenibile. Secondo le risposte, la metà delle persone intervistate è condizionata dalle recenti notizie sul cambiamento climatico.

Trovare informazioni relative alla sostenibilità non è semplice

ricerca viaggi sostenibili

Gli intervistati hanno quindi espresso chiaramente il loro interesse per la sostenibilità. D’altra parte, però, hanno evidenziato le difficoltà che ci sono nel reperire informazioni sugli alloggi e sulle destinazioni che mettono la sostenibilità al primo posto.

I dati del sondaggio confermano questa sensazione. Il 54% delle persone afferma di non aver soggiornato in un alloggio sostenibile nell’ultimo anno. Il 31% ha invece espresso di non essere a conoscenza di questo tipo di proprietà. Infine, il 29% invece sostiene di non sapere come si può trovare un alloggio sostenibile.

Comunicare la sostenibilità

i criteri di sostenibilità di Ecobnb
I 10 criteri di sostenibilità delle strutture ricettive che fanno parte di Ecobnb facilitano la comunicazione ai viaggiatori.

Diventa quindi fondamentale il ruolo degli hotel e più in generale degli alloggi che devono rendere le informazioni sulla sostenibilità più evidenti e comprensibili. Il 56% degli ospiti intervistati ha infatti dichiarato che non cerca in maniera attiva informazioni prima di prenotare e che lo farebbe se le info fossero più facili da trovare.

A questo proposito è importante il contributo fornito da Ecobnb che specifica in modo chiaro le attenzioni green di ciascuna ospitalità mappata in Italia e in Europa. Le buone pratiche di sostenibilità messe in atto dagli alberghi e dai bnb vengono verificate dai viaggiatori della community tramite recensioni mirate.

Il distintivo “Eco-Eccellenza viene assegnato alle strutture ricettive che raggiungono determinate soglie di sostenibilità sviluppate sulla base delle principali certificazioni energetiche del turismo.

L’importanza della sostenibilità nella scelta della destinazione

primiero san martino, destinazione sostenibile in trentino
Primiero – San Martino, destinazione sostenibile in Trentino, foto via Canva PRO

I dati del sondaggio evidenziano anche le opportunità per le destinazioni di mostrare proattivamente e facilmente le informazioni sulla sostenibilità.

Il 40% degli intervistati dichiara di essere disposto a viaggiare solamente al di fuori dell’alta stagione per evitare che ci sia sovraffollamento. Inoltre, circa due terzi (64%) affermano che sarebbero disposti ad evitare destinazioni e attrazioni popolari per aiutare a disperdere l’impatto delle visite in modo più uniforme.

Ma nonostante queste buone intenzioni, la mancanza di informazioni a portata di mano potrebbe ostacolare la volontà dei viaggiatori.

I dati infatti sono inequivocabili. Il 42% degli intervistati fatica a trovare destinazioni attraenti che siano poco affollate. Invece il 34% ritiene quasi impossibile trovare opzioni di viaggio sostenibili in città o destinazioni turistiche popolari.

Inoltre, tra gli intervistati emerge il desiderio di conoscere e scoprire le culture locali. Circa due terzi (66%) ha espresso il desiderio di compiere esperienze rappresentative della cultura locale. Il 25% afferma di essere disposto a pagare di più per attività di questo tipo.

Il problema rimane sempre lo stesso ed è la mancanza di informazioni. Infatti, più di un terzo (34%) dice di non sapere come e/o dove trovare questo tipo di attività ed esperienze.

esperienze locali e sostenibili
Esperienze locali e sostenibili proposte Ecobnb

L’impatto dei trasporti nella scelta della destinazione

Il sondaggio evidenzia come l’interesse per la sostenibilità viene tenuto in considerazione anche per la scelta del metodo di trasporto. Il 40% degli intervistati ha affermato di cercare attivamente informazioni sulla sostenibilità nello scegliere il mezzo di trasporto.

Quasi un quarto (23%) degli intervistati ha scelto di raggiungere una destinazione più vicina a casa per ridurre la propria impronta di carbonio.

Il 20% ha scelto di viaggiare in treno invece che in auto per coprire distanze maggiori.

Il 22% degli intervistati dice di cercato opzioni di trasporto pubblico e/o il noleggio di una bicicletta nella loro destinazione.

viaggi sostenibili in treno
foto via Canva PRO

In conclusione, cresce il desiderio di viaggiare sostenibile, ma i viaggiatori hanno necessità di essere informati e aiutati nel processo di prenotazione di una vacanza green.

Voi riscontate le stesse problematiche? Quali canali utilizzate per trovare informazioni quando organizzate un viaggio?

Vuoi approfondire l’argomento?

Immagine di copertina: foto via Canva PRO


Autore: Francesco Rochira

Ciao! Sono Francesco, ho 23 anni e sono uno studente di Management presso l'Università degli Studi di Trento. Oltre ad ascoltare musica e giocare a pallacanestro una delle mie più grandi passioni è viaggiare. Sono appassionato al tema della sostenibilità e mi piace condividere le mie conoscenze con gli altri.
Altri articoli di Francesco Rochira →


Questo articolo è stato pubblicato il curiosità ed etichettato , , , . Ecco il permalink.