Attraversano la roccia, la scavano, poi si tuffano per decine o centinaia di metri, per finire in specchi d’acqua blu intenso. Le cascate sono delle bellezze naturali mozzafiato. Davanti alla loro potenza ci emozioniamo e rimaniamo a bocca aperta. Dall’Islanda all’Italia, dall’Estonia all’Irlanda, ecco alcune delle cascate più affascinanti d’Europa!

Cerchi emozioni forti? Le cascate regalano sensazioni intense e uniche. Alte, potenti e meravigliose: ecco le 20 cascate più belle d’Europa. Quelle che vorremmo assolutamente vedere, e che meritano davvero un viaggio.

1. Seljalandsfoss, Islanda

Seljalandsfoss, Islanda

Seljalandsfoss è una cascata meravigliosa. È visibile dalla strada principale che si percorre per raggiungerla, ed è facilmente accessibile. L’acqua, saltando da una scarpata rocciosa, si tuffa in un laghetto. È possibile passare dietro il getto della cascata camminando lungo un sentiero che passa vicino la roccia. Un spettacolo irrinunciabile se si è in Islanda.

2. Cascate di Gavarnie, Francia

Cascate di Gavarnie, Francia

La Grande cascade, situata a 422 metri di altezza, è una delle più impressionanti d’Europa. La corrente d’aria della cascata crea un microclima freddo. Le cascate si trovano a 40 minuti a piedi dal villaggio di Gavarnie, negli Alti Pirenei. Esse danno origine al torrente Gave de Gavarnie, parte superiore del corso della Gave de Pau.

3. Mardalsfossen, Norvegia

Mardalsfossen, Norvegia

Mardalsfossen, è una delle cascate più alte e belle d’Europa. Con a sua incredibile potenza, riesce a soddisfare l’intero fabbisogno energetico della Norvegia. Per arrivarci da Eresfjord, basta entrare in paese e prendere la Fv 191 e procedere fino a Eikesdal. Potrebbe essere richiesto il pagamento di una piccola somma per il parcheggio quando si è nel tratto privato. Mentre ci si avvicina è possibile scorgere la cascata già da lontano. Uno spettacolo incredibile: è alta 705 metri.

4. Háifoss, Islanda

Háifoss, Islanda

La cascata Háifoss è la più bella e interessante della zona di Þjórsárdalur. È un posto molto isolato. Per questo non c’è da stupirsi se anche ad agosto si trovano neve e vento gelido. Ma quando splende il sole questo posto diventa un luogo unico. Per arrivare in questo posto la strada è in parte asfaltata e in parte irregolare. L’ultimo tratto di strada prima di arrivare alla meta è sterrato. Ma una volta arrivati lo spettacolo vi lascerà a bocca aperta.

5. Skógafoss, Islanda

Skógafoss, Islanda

Ancora una splendida cascata islandese.  Il suo tratto distintivo? Un magnifico percorso che porta in cima alla cascata: si è così in alto da poter ammirare tutto il panorama fino all’orizzonte. Vale proprio la pena di avventurarsi. Uno spettacolo garantito anche dalla facilità impressionante con cui il sole, colpendo il vapore acqueo sollevato dalla caduta, dà origine a meravigliosi arcobaleni. A questo magico fenomeno sono state attribuite origini leggendarie.

6. Langfoss, Norvegia

Langfoss, Norvegia

La Norvegia ha cascate ovunque. Potrebbe sembrare uno scherzo. Ma basta percorrere una strada per imbattersi improvvisamente in una di esse. È il caso di Langfoss: viaggiando da Haugesund a Roldal in macchina  si può capire con grande stupore perché esplorare la Norvegia è un’avventura unica. Le emozioni che ne nascono sono difficili da spiegare. A Langfoss è possibile fare trekking fino alla cima. Molto bella da vedere, Langfoss è semplice:si trova al lato della strada. E nelle vicinanze c’è anche un parcheggio auto.

7. Cascate di Plitvice, Croazia

Cascate di Plitvice, Croazia

Visitare Plitvice è una delle decisioni più azzeccate che si possano fare. L’intero parco è patrimonio dell’umanità. Una volta entrati nel parco è facilissimo capire perché. Natura incontaminata, vegetazione rigogliosa e acqua cristalline. Plitvice è un luogo unico in Croazia ed in Europa. È visitabile tutto l’anno. Il prezzo del biglietto per l’entrata è vantaggioso considerando l’esperienza unica che vi regalerà. Per maggiori informazioni: orari e prezzi.

Il nostro consiglio green: prima di partire leggi la nostra guida verde alla Croazia.

8. Gulfoss, Islanda

Gulfoss, Islanda

Gullfoss è una delle più note cascate dell’Islanda. Chiamata anche “cascata dorata” o “la regina di tutte le cascate islandesi” , è situata a 120 km da Reykjavík (120 km circa). Fa parte, assieme al Þingvellir e i vicini geyser (Geysir e Strokkur),del cosiddetto Cerchio d’Oro: un’insieme di attrazioni naturalistiche che vi sbalordiranno. Per la sua spettacolarità, la bellezza e i riflessi di luce del suo doppio salto, Gulfoss è un dono della natura assolutamente da preservare. Grazie ad una rete di sentieri la cascata è raggiungibile in totale sicurezza nella parte superiore e in quella frontale.

9. Dettifoss, Islanda

Dettifoss, Islanda

L’Islanda non smette mai di soprendere. Dettifoss è una cascata di “solo” 44 metri, ma ha una portata d’acqua spaventosa. Si può ammirare da entrambi i lati del canyon, ma l’emozione sarà sempre unica. Dettifoss è la maggiore cascata islandese e d’Europa.La potenza dell’acqua solleva spruzzi visibili a 1 km di distanza. I raggi del sole poi generano stupendi arcobaleni. La potenza d’urto del tuffo è cosi forte da scavare la roccia sottostante di diversi centimetri l’anno.

10. Cascate di Keila, Estonia

Cascate di Keila, Estonia

Anche l’Estonia ha le sue bellezze naturali. Spesso, pensando all’Estonia si pensa subito alle meraviglie della sua capitale, Tallin. Ma andare in scoperta per la natura è uno spettacolo anche in Estonia. La strada per raggiungere le cascate di Keila è semplice. Una volta arrivati, vi consigliamo una passeggiata nell’area vicino alle cascate. Un’immersione unica nella natura estone.

11. Cascate delle Marmore, Italia

Cascate delle Marmore, Italia

Impetuosa, spettacolare, luminosa.  La Cascata delle Marmore è tra le più alte d’Europa con un dislivello complessivo di 165 metri. Un fiore all’occhiello nel cuore dell’Umbria. Il nome della cascata deriva dai sali di carbonato di calcio presenti sulle rocce simili a marmo bianco. Il posto è magnifico e raggiungibile facilmente percorrendo l’autostrada A1. Per visitarlo comunque c’è bisogno di prenotarsi. Per maggiori informazioni, clicca qui.

Il nostro consiglio green: soggiorna in una delle strutture ricettive eco-friendly vicine alle cascate delle Marmore. Dal B&B I Cavalieri del lago, immerso nella natura e con una vista stupenda sul Lago di Piediluco, puoi partire in mountain bike alla scoperta delle cascate.

12. Cascate di Veil, Ungheria

Cascate di Veil, Ungheria

La Cascata di Veil, o anche cascata a Velo è sicuramente una delle attrazioni naturali più importanti dell’Ungheria. Il nome di questa cascata nasce da un fenomeno particolare. L’ anidride del ruscello Szalajka, nutrito da fiumi sotterranei, evapora nell’aria e restituisce all’acqua una parte di carbonato di calcio. L’acqua ne è strapiena. In questo modo si è formata una barriera calcarea lunga 17 metri,  e 18 terrazze dalle quali godere di uno spettacolo unico. Il tufo calcareo ricorda un pizzo bianco.

13. Cascate di Goðafoss, Islanda

Cascate di Goðafoss, Islanda

La “cascata di Dio” è un mix esplosivo di sensazioni incontrollabili. Un gigante della natura: una quantità enorme di acqua, emozione, timore, quasi impotenza.  Un fenomeno travolgente: questa cascata senza barriere vi farà provare una sensazione molto forte se provate ad affacciarvi sullo strapiombo. È possibili visitarla in vari punti. Dopo aver trovato parcheggio sulla strada a poca distanza dalla cascata si può seguire il sentiero lungo il fiume. Un paesaggio che si può trovare solo qui!

14. Cascata di Bigar, Romania

Cascata di Bigar, Romania

Sembra un luogo immaginario e fantastico. Tanto da credere che sia opera delle fate. La cascata di Bigar si trovano in Transilvania. Uno spettacolo unico, quasi surreale. Sotto la cascata Bigar si trova una sorgente d’acqua sotterranea, che sgorga scivolando dolcemente giù dalle rocce arrotondate. Una volta a Bigar non è difficile capire perché è considerata uno dei luoghi più incantevoli e suggestivi al mondo. Un angolo di foresta incantato raggiungibile solo a piedi, dopo una breve avventura nel bosco.

15. Cascate delle Fairy Pools, Scozia

Cascate delle Fairy Pools, Scozia

Eccoci arrivati in Scozia. Un luogo che racchiude numerosi luoghi incantati. Tra di essi vi è l’isola di Skye, con le sue magiche “piscine delle fate”. L’isola di Skye è collegata alla terraferma da un ponte. Una volta raggiunta l’isola, sarà possibile recarsi ad ammirare le Fairy Pools. Esse sono parte di un corso d’acqua che discende dalle Cuillin Mountains: una vera e propria ricchezza di cascate e di colori affascinanti. Per raggiungere le Fairy Pools esistono diversi sentieri per un trekking avventuroso a diretto contatto con la natura.

16. High Force Waterfall, Regno Unito

High Force Waterfall, Regno Unito

Un’incantevole passeggiata attraverso il bosco verde con fiori selvatici ovunque. L’acqua scorre  vigorosa e prorompente. Se volete una prospettiva diversa basta camminare sopra le grosse rocce. Una sfida certo, ma ne varrà la pena. La forza e il rumore dell’acqua di questa cascata sono incredibili. Nei pressi della cascata si trova parcheggio a pagamento. Ma per la bellezza di questo scorcio di natura il prezzo è più che giusto.

17. Seven Sisters Waterfall, Norvegia

Seven Sisters Waterfall, Norvegia

Una meraviglia inaspettata nel cuore della Norvegia. Infinite varietà di piante, mille colori, profumi inebrianti.
Di fronte allo spettacolo del mare in cui confluiscono le 7 sorelle, la prima cosa che viene in mente è quella di tuffarsi! Queste sette cascate riversano in mare l’acqua dei ghiacciai. Il loro nome è dovuto a una leggenda. Secondo questa sette sorelle bellissime avevano stregato un solo uomo che però non riusciva a sceglierne una. Queste, disperate per l’attesa, iniziarono a piangere fino a trasformarsi nelle spettacolari cascate come le conosciamo oggi.

18. Cascate di Bagni San Filippo, Italia

Cascate di Bagni San Filippo, Italia

Conosciuti anche con il nome di “Balena Bianca”, la peculiarità di Bagni San Filippo sta nelle sue acque termali. Rappresentativa del luogo è una monumentale e spettacolare formazione calcarea che le acque termali hanno sedimentato lungo il corso del fiume. I bagni liberi si trovano sul corso del fiume Fosso Bianco, a pochi passi dallo stabilimento termale a pagamento di Bagni di San Filippo.

Il nostro consiglio green: scegli un agriturismo biologico o un bed & breakfast eco-friendly vicino ai Bagni di San Filippo, come l’agriturismo bio Podere di Maggio che offre anche glamping immersi nella natura e una biopiscina con vista sul paesaggio.

19. Cascata Lichtenhain, Germania

Cascata Lichtenhain, Germania

Anche in Germania è possibile trovare delle splendide suggestioni naturali. In Sassonia, la cascata Lichtenhain, è una di queste. Il suo flusso d’acqua è via via aumentato negli anni. La sua portata infatti è stata potenziata da una piccola diga vicina. La sua maggior potenza ne fa uno dei posti più suggestivi e belli di tutto il paese tedesco.

20. Cascate Mumlavký, Repubblica Ceca

Cascate Mumlavký, Repubblica Ceca

Mumlavský, tra i Monti dei Giganti, scorrono le correnti dell’impetuoso fiume Mumlava, attraverso vari dislivelli. Ed è proprio qui che si trova la stupenda Cascata Mumlavský.  Alta circa 8 m, dalla città di Harrochov ci si arriva attraverso un sentiero molto comodo, percorribile con ogni condizione atmosferica. Imperdibile la vista “dell’occhio del diavolo”, una fossa scavata direttamente nella roccia sotto la cascata.

Insomma il mondo anche questa volta ha confermato la bellezza unica dei suoi doni. Sta a noi visitarne i segreti più nascosti ed incantevoli, prendendoci cura del loro splendore. E se viaggiare per luoghi naturali è la tua passione più grande, non perdere l’occasione per scoprire i dieci laghi più belli d’EuropaUn’emozione imprescindibile per gli amanti della natura.

Immagine di copertina: foto via pixnio.com

Ti potrebbero interessare anche:

10 Grotte da sogno da visitare in Italia

Romagna Verde: le 10 cose da non perdere nell’entroterra di Rimini

Limone Piemonte: 10 esperienze green da non perdere


Autore: Salvatore Cicero

Mi presento! Mi chiamo Salvatore e ho studiato lingue e letterature straniere all’Università di Bologna. Ho una grande passione per lo sport, il cibo e i viaggi. Amo la natura e quello che ci offre, per questo credo fermamente nell’importanza di un turismo sostenibile e responsabile che rispetti l’ambiente e chi ci vive.
Altri articoli di Salvatore Cicero →


Questo articolo è stato pubblicato il itinerari ed etichettato , , , , . Ecco il permalink.