Situata nel cuore verde dell’Italia, in Umbria, Todi è davvero una bella cittadina, definita come una delle città ideali in cui vivere. Questa affermazione è stata fatta dal professore S. Levine, direttore del “Center for Suitable Cities”, della US Kentucky University. Secondo lo scienziato, infatti, a Todi il centro città e la campagna circostante riescono a convivere in maniera perfetta. Todi ha poco più di 16.000 abitanti e si trova su delle belle colline che ci permettono di avere una vista mozzafiato sull’intero territorio.

borgo di todi
Foto via Canva PRO

Partiamo alla scoperta di Todi e delle 12 cose più belle, da non perdere:

1. Tempio di Santa Maria della Consolazione

Il borgo è entro tre cerchie di mura che sono concentriche e sono rispettivamente etrusche, romane e medievali. Ma ancora prima di entrare quello che mi colpisce subito è la grande Chiesa di Santa Maria della Consolazione che è stata fatta su progetto che sembra attribuibile al Bramante. E’, indubbiamente, tra le opere più belle del Rinascimento Umbro.

2. Piazza del Popolo

Poi una volta entrata all’interno della cerchia murararia la mia visita inzia dalla principale piazza del Popolo dove si trovano tutti i più importanti edifici della cittadina come Palazzo del Popolo, ma anche la Cattedrale.

3. Il percorso delle antiche cisterne

Proprio sotto a questa piazza si sviluppa un percorso di 5 km circa con più di 30 cisterne di epoche diverse. Si può scendere a visitarlo però bisonga prenotare la visita ed è possibile farlo inviando una mail al seguente indirizzo di posta elettronica  iat.todi@coopculture.it

4. Palazzo del Popolo

Proseguo, quindi, per Palazzo del Popolo o anche detto Palazzo del Podesta che è uno degli edifici comunali più antichi d’Italia. E’ in chiaro stile gotico –lombardo e risale, quindi, al Duecento. E’ collegato a Palazzo del Capitano tramite una scalinata esterna.

5. Palazzo del Capitano

todi
foto via Canva pro

Palazzo del Capitano o Palazzo Nuovo che insieme con il Palazzo del Popolo è la sede sia del Comune sia del locale museo civico che ospita reperti di origine etrusca, romana e medievale come ceramiche, monete oltre alla sella di Anita Garibaldi che è davvero un must: imperdibile. Per maggiori informazioni https://www.comune.todi.pg.it/

6. Cattedrale dell’Annunziata

Si narra che questa chiesa sia nata sulle rovine di un tempio dedicato ad Apollo. Quello che è certo è che questa chiesa sia di origine romanico-longobarda, quindi, del XII secolo seppur dal Quattrocento in poi abbia subito dei rimaneggiamenti.

7. Palazzo dei Priori

Palazzo dei Priori, Todi
Foto di Georges Jansoone (JoJan), via Wikimedia

Questo palazzo sorge praticamente difrone alla Cattedrale ed è di origine medievale. La torre trapezoidale e il blocco dell’edificio sono state fatte tra il 1334 e il 1347 mentre la decorazione della finestra sulla facciata è stata aggiunta solo nel Cinquecento. Al momento qui si trovano sia alcuni uffici comunali sia la Prefettura. Si possono però visitare le Sale delle Udienze che risalgono al Trecento.

8. Campanile del Tempio di San Fortunato

Interno del campanile del Tempio di San Fortunato a Todi
Foto di Crompippo, via Wikimedia

In piazza Umberto I, poco distante dalla piazza principale si trova il campanile del Tempio di San Fortunato che è davvero monumentale perché si tratta di salire per ben 153 gradini. Ci vuole fiato ed allenamento atlrimenti te lo sconsiglio. Il campanile è in stile gotico, risale perciò al 1460. Quando sono salita mi hanno detto che si poteva vedere, addirittura, Perugia che dista circa 50 km da Todi ….. Quello che è sicuro è che qui si trovano le spoglie mortali di Jacopone da Todi. Per quanto riguarda il Tempio, invece, iniziarono nel 1292 e continuarono fino al Quattrocento quando cessarono e non furono più ripresi e la chiesa rimase incompiuta.

9. Parco fluviale del Tevere

Questo posto è il luogo ideale per fare una full immersion nella natura perciò te lo consiglio vivamente. Se vai a Todi devi andare qua! Questo parco attraversa sia Todi sia Orvieto e si sviluppa per circa 50 km lungo il corso del fiume Tevere. E’ anche una vera e propria area archeologica all’aperto oltre, come detto, a essere ricca di flora e fauna.

Todi, parco
Parco a Todi, foto via Canva PRO

10. Monastero delle Lucrezie

Il Monastero delle Lucrezie che è anche detto Monastero di San Giovanni Battista da qualche anno a questa parte ospita il Museo Lapidario della città di Todi che è sicuramente una delle più antiche nonchè importanti del genere dell’Umbria in quanto è una raccolta della più che millenaria storia di Todi e mostra reperti lapidei di epOca sia romana sia medievale e rinascimentale.

11. Palazzo Pongelli Benedettoni

Questo edificio è indubbiamente collegato a uno dei suoi cittadini più illustri ossia Jacopone da Todi e all’anagrafe Jacopo de Benedetti (Nato a Todi tra il 1230 e il 1236 e morto a Collazone (provincia di Perugia) il 25 dicembre 1306. De Benedetti è stato, tra le altre cose, uno dei più importanti poeti italiani del Medioevo). Per quanto concerne, invece, l’edificio si tratta di un palazzo cinquecentesco che è interamente affrescato e che la tradizione vuole sia stata la residenza di Jacopone da dopo il matrimonio. Quando ci sono stata io, però, non era aperto al pubblico.

12. La Rocca di Todi

Todi, panorama dalla Rocca
Todi, panorama dalla Rocca, foto via Canva PRO

Nel punto più alto di Todi (a circa 400 metri sul livello del mare) sulla collina si trova la Rocca voluta e costruita da Papa Gregorio XI. E’ molto bella, per lo meno a me è piaciuto, passeggiare nel parco che circonda la Rocca stessa perciò te lo consiglio vivamente!

La mia gita a Todi è terminata e quindi non mi resta che rincasere però, ovviamente, porterò sempre con me il ricordo di questa città, davvero, molto bella e particolare.


Autore: Monica Palazzi

Amo molto viaggiare (Covid e lavoro permettendo)... Sono diplomata come perito turistico e conosco bene l’inglese, il francese, il tedesco e un giorno vorrei imparare anche lo spagnolo. Adoro sia leggere (in modo particolare i cosiddetti libri gialli) sia scrivere. Mi piace molto cucinare e i miei piatti “forti” sono il risotto, in tutte le sue forme, e i dolci come la torta sia la paradiso sia la marmorizzata. Stravedo per gli animali soprattutto i cani.
Altri articoli di Monica Palazzi →


Questo articolo è stato pubblicato il itinerari ed etichettato , , . Ecco il permalink.