Un numero crescente di negozi e supermercati in tutto il mondo sta aiutando le persone a coordinare la gestione casalinga dei rifiuti. Un piccolo cambiamento nella routine di tutti i giorni, ma un grande passo nella lotta globale contro l’inquinamento da plastica.

Il 40% dei rifiuti di plastica del mondo proviene dagli imballaggi, il che significa che compriamo anche l’imballaggio che poi finirà nella spazzatura. Fare acquisti in alcuni grandi magazzini ti dà la possibilità di non dover aver più a che fare con imballaggi di plastica. Inoltre risparmierai un po’ di soldi per la spesa, poiché gli articoli preconfezionati, molte volte, sono più costosi a causa dei passaggi aggiunti lungo la catena di distribuzione. Se vuoi sapere da dove proviene il tuo cibo, è anche un’ottima opportunità per avvicinarti molto alla catena alimentare e provare prodotti locali, perché questi grandi magazzini spesso favoriscono i fornitori regionali.

BBorsa in tela zero waste bali
Fonte: Zero Waste Bali

A Bali c’è un grande magazzino gestito da Silvija, che è stato così gentile da parlarci dela sua esperienza con Zero Waste Bali. Ci racconta, in questa intervista, della sua passione per la lotta contro l’inquinamento da plastica, la filosofia del suo negozio, che ora è molto più di un posto dove puoi fare la spesa quotidiana.

Potresti dirci qualcosa su Zero Waste Bali e come è iniziato il tuo progetto del negozio di alimentari sfusi?

Zero Waste Bali è nato grazie ad un viaggio di famiglia in cui ho fatto snorkeling e alla quantità di plastica che abbiamo visto nell’oceano durante quel viaggio. Mi ha completamente spaventato, quindi ho deciso che avrei dovuto fare un cambiamento per il futuro dei miei figli. Una volta tornati a Bali, ho cominiciato facendo dei cambiamenti in un’attività esistente, chiamata Mini Muncher, dove preparavamo pasti per neonati e bambini. Siamo passati dai barattoli di plastica a quelli di vetro e abbiamo eliminato completamente le etichette! Abbiamo avviato un sistema in cui raccogliamo i vasetti di vetro usati dai nostri clienti quando sono vuoti e, dopo la sterilizzazione, siamo in grado di riutilizzarli di nuovo. Continuavo a chiedermi cos’altro avrei potuto fare per fare la differenza per quanto riguarda gli imballaggi in plastica. Mi è venuta l’idea del grande magazzino alimentare e ho aperto il primo a Bali”.

Quali aspetti apprezzano di più i tuoi visitatori quando fanno shopping in Zero Waste Bali?

“I nostri clienti adorano la varietà che proponiamo. Zero Waste Bali offre oltre 400 prodotti, alimentari e non, prodotti eco-compatibili e riutilizzabili e molti prodotti alimentari fatti a mano. I clienti adorano l’atmosfera e possono ottenere tutto ciò di cui hanno bisogno, senza imballaggi in plastica. Non ci sono importi minimi o massimi, devi semplicemente acquistare quello che ti serve. “

borse di tela zero waste bali
Borde riutilizzabili “Produce bags”. Fonte: Zero Waste Bali.

Quali aspetti apprezzano di più i tuoi visitatori quando fanno shopping in Zero Waste Bali?

“Zero Waste Bali offre servizi che altri non fanno. Abbiamo un servizio di refill, in cui i clienti possono acquistare tutto online, inviare i loro contenitori, barattoli o qualsiasi altra cosa, li riempiamo e li rispediamo nel giorno prescelto dai clienti stessi. Non sprechiamo nulla e cerchiamo di renderlo il più conveniente possibile, offrendo un servizio di consegna a casa. Un altro ottimo servizio in negozio è la nostra stazione fai-da-te del negozio Canggu e una versione più piccola nel negozio Ubud. Abbiamo creato un e-book scaricabile gratuitamente con semplici ricette e suggerimenti per aiutare le persone a disintossicare i loro corpi e la loro casa in modo naturale. Puoi usare le ricette dell’e-book o entrare e creare il tuo dentifricio, deodorante e ricette per la pulizia della casa usando ingredienti naturali e privi di sostanze chimiche.”

Diresti, dalla tua esperienza, che le persone stanno cambiando le loro abitudini e pensando di più alla sostenibilità nella loro vita quotidiana?

“Credo che ci sia un movimento forte e le persone stiano diventando più consapevoli. Tuttavia, la mentalità deve cambiare. Se tutti facessimo un piccolo cambiamento, andrebbe a beneficio di tutti.”

Parte della fornitura del negozio. Fonte: Zero Waste Bali

Quali sono i tuoi obiettivi con Zero Waste Bali?

“Obiettivi? Molti!!! Ahah … mi piacerebbe vedere Zero Waste Bali diventare più mainstream. Dall’apertura, abbiamo sicuramente visto un aumento dei grandi magazzini spuntare, cambiare gli imballaggi e altri adottare una filosofia come la nostra con meno rifiuti. Spero di espandere e raggiungere altre comunità in cui i rifiuti sono davvero un problema. Ho alcune idee, ma per ora, continuo ad educare i giovani con le conferenze che tengo nelle scuole e attraverso i social media. Ci sono progetti in cantiere, ma sfortunatamente non sono in grado di condividerli in questo momento, quindi quello che posso dire è tenete d’occhio i nostri sviluppi.”

Quale pensi sia il prossimo passo per lo sviluppo sostenibile a Bali?

“I prossimi passi per lo sviluppo sostenibile sono attraverso l’istruzione, rivolta principalmente alle persone che vivono nei villaggi. Bali richiede un adeguato sistema di gestione dei rifiuti, ma per fare la differenza dobbiamo imporre a tutti la riduzione dei rifiuti, il riutilizzo e il riciclo. L’educazione è la chiave di volta per arrivare ad ottenere un futuro sostenibile. Una volta che le persone saranno informate, il cambiamento potrà avvenire facilmente. Il cambiamento dello stile di vita può comprendere molte cose, ma credo fermamente che piccoli passi a livello del consumatore siano vitali.”

Borsa di cotone con mandorle. Autore: @inteligencia_eco; Fonte: Unsplash

Tuttavia, il problema dei rifiuti, come sapete, non si riduce solo a questa piccola isola. È in tutto il mondo e fortunatamente sta diventando più facile trovare negozi con idee simili ovunque ti trovi. Un ottimo modo per contribuire al bene superiore a livello personale. Effettua ricerche e scopri di più sui mercati biologici e altre idee di acquisto innovative!


Autore: Giulia Fasano

Ciao, sono Giulia, ho 29 anni e studio Biodiversità ed evoluzione all’Università di Bologna. Mi piace molto viaggiare anche se ho poco tempo per farlo, ma quando riesco a partire mi piace andare alla ricerca dei posti più strani e particolari della mia meta. Per me la biologia non è solo una materia da studiare, ma una vera e propria passione che sento di dover trasmettere a chiunque sia disposto ad ascoltarmi.
Altri articoli di Giulia Fasano →


Questo articolo è stato pubblicato il curiosità, vivere e viaggiare verde ed etichettato , , , . Ecco il permalink.