Una suite in un castello, un B&B eco-friendly in un antico convento, un albergo diffuso in un borgo medievale o un hotel di charme: partiamo insieme alla scoperta delle dimore storiche ricche di fascino dove trascorrere vacanze indimenticabili, in armonia con la Natura, tra atmosfere d’altri tempi e charme.

Relax, quiete e calde atmosfere ti aspettano in queste bellissime dimore storiche, dove ti dimenticherai della frenesia quotidiana e scoprirai antiche tradizioni, arredi raffinati, sapori genuini e accoglienze familiari.

Un antico convento trasformato in B&B eco-sostenibile e romantico

Il Sole e La Luna, B&B eco-sostenibile tra le Langhe

Nel suggestivo centro storico di Cerretto Lanche, in Piemonte, ti aspetta Il Sole e La Luna, un bellissimo bed & breakfast accuratamente ristrutturato secondo le tecniche della bioarchitettura conservando intatte le tracce del passato vissuto.

Da non perdere perché: per gli arredi d’epoca che rendono le camere davvero affascinanti, per l’abbondante colazione a base di prodotti tipici, per la terrazza panoramica e per la graziosa cantina dove gli ospiti potranno degustare ed acquistare i prodotti tipici locali.

Perché è green: la colazione è biologica, l’elettricità deriva al 100% da fonti rinnovabili, i prodotti per la pulizia sono ecologici e la struttura è attenta al risparmio energetico ed idrico.

Cosa fare nei dintorni: Cerretto Langhe è immerso tra i paesaggi incontaminati dell’Alta Langa, un luogo meraviglioso dove potrai gustare ottimi vini e scoprire numerosi itinerari a piedi o in bicicletta.

Un romantico albergo diffuso con vista sulla Valle del Metauro

Casa Oliva: Albergo Diffuso in dimore storiche delle Marche

Ci spostiamo nella meravigliosa campagna marchigiana, dove troviamo Casa Oliva, un antico borgo divenuto albergo diffuso. L’intera struttura dispone di 25 unità abitative, sparse lungo l’antico paesino di Bargni di Serrungarina, e caratterizzate da semplicità ed eleganza.

Da non perdere perché: quello che rende davvero unico questo incantevole albergo diffuso sono il raffinato ristorante dove potrai assaporare piatti che rispettano l’antica tradizione della cucina marchigiana e il meraviglioso centro benessere dotato di sauna, bagno di vapore, ossigenoterapia e percorsi natura.

Perché è green: l’elettricità utilizzata è esclusivamente green, l’acqua è riscaldata con i pannelli solari e i rifiuti vengono adeguatamente differenziati.

Cosa fare nei dintorni: il mare e la spiaggia di Fano dista solamente 20 minuti di auto così come una delle più caratteristiche riserve naturalistiche delle Marche: La Gola del Furlo.

Una residenza d’epoca alle porte del Parco Naturale del Cilento

Borgo Riccio, dimora storica per trascorrere una vacanza in Cilento

Tra ulive e macchia mediterranea c’è Borgo Riccio, un bellissimo resort immerso nel verde, a pochi passi dal mare incontaminato del Cilento con un giardino con oltre 400 ulivi, alcuni secolari, alternati con gli alberi di fico bianco, fiori e macchia mediterranea.

Da non perdere perché: la sua bellissima piscina e la colazione dolce e salata a base di prodotti tipici del territorio, come la ricotta e la mozzarella locale, succhi, torte fatte in casa e frutta fresca.

Perché è green: per la presenza di pannelli solari, per l’uso di lampadine a basso consumo e l’utilizzo di ingredienti bio e locali.

Cosa fare nei dintorni: siamo a Torchiara, un caratteristico borgo del Cilento, famoso soprattutto per la sua Greenway, un percorso verde di 12 chilometri, percorribile a piedi, in bicicletta o a cavallo, che conduce alla scoperta delle bellezze architettoniche e paesaggistiche del borgo.

Alla scoperta dell’animo dell’Abruzzo

Albergo Diffuso Sextantio, Abruzzo

Sextantio è un albergo diffuso davvero incredibile che offre la possibilità di vivere un’esperienza unica per scoprire l’animo dell’Abruzzo. La struttura dispone di 29 camere in un suggestivo borgo medievale all’interno del Parco Nazionale Gran Sasso.

Da non perdere perché: le camere sono davvero affascinanti e suggestive e il ristorante della struttura offre piatti gourmet legati alla tradizione. Inoltre la struttura offre diverse attività, tutte da scoprire: lezione di cucina domestica abruzzese, lezione di panificazione, di pasticceria tradizionale, corsi di tessitura o del sapone per scoprire la vita senza tempo di questi luoghi.

Perché è green: le originarie case in pietra e legno sono state ristrutturate secondo i principi della bioedilizia, il cibo è locale e le lampadine sono a basso consumo.

Cosa fare nei dintorni: il Parco Nazionale del Gran Sasso offre un’infinta rete di itinerari e splendidi luoghi da scoprire a piedi, in bicicletta o anche a cavallo.

Una notte romantico in un Castello

Castello di Proceno

Tra gli affascinanti paesaggi della Tuscia, nel cuore del borgo di Proceno, si erge un bellissimo castello divenuto struttura ricettiva ecosostenibile, con bellissimi giardini di limoni e siepi di bosso.

Da non perdere perché: il Castello di Proceno è una fortezza a base pentagonale che comprende una torre principale e due torrette secondarie interconnesse da cammini di ronda e da un ponte levatoio, uno dei 19 ancora funzionanti in Italia, che rendono il castello uno delle più belle dimore storiche d’Italia.

Perché è green: il Ristorante Enoteca che si trova nelle antiche cantine del castello offre esclusivamente ingredienti locali. La struttura utilizza lampadine a basso consumo ed è attenta alla raccolta differenziata.

Cosa fare nei dintorni: raggiungi il castello attraverso un indimenticabile cammino lungo la Via Francigena.

Tra Toscana e Umbria, in un antico convento

Convento di Novole, agriturismo biologico a Cortona

Slow life e slow food ti aspettano in questo bellissimo agriturismo biologico ricavato dalle dimore storiche di un convento. Gli spazi conservano l’antico fascino di un tempo e la natura circostante è rigogliosa: tutto invita al relax.

Da non perdere perché: qui potrai vivere un’esperienza genuina ed autentica, negli appartamenti arredati con gusto e particolarmente romantici.

Perché è green: per l’utilizzo esclusivo di cibo biologico, della stessa azienda agricola, per il risparmio idrico, per i pannelli solari che riscaldano l’acqua.

Cosa fare nei dintorni: situato a10 km dall’antica città etrusca di Cortona, Novole offre un facile accesso alle città di Arezzo, Siena, Firenze, Montepulciano, San Gimignano e Perugia, ed è a soli 15 km dal Lago Trasimeno.

La tua grotta tra i Sassi di Matera

Le Grotte della Civita

Sextantio Le Grotte della Civita nei Sassi di Matera è un progetto ricettivo nato per proporre un’esperienza di ospitalità irripetibile, lontana da qualsiasi concetto tradizionale di lusso, tanto che, il New York Times lo ha giudicato tra le più straordinarie destinazioni al mondo. Vivi un’esperienza indimenticabile tra i Sassi di Matera, patrimonio dell’umanità, soggiornando all’interno di suggestive grotte.

Da non perdere perché: non ti capiterà più di soggiornare in una struttura così speciale e suggestiva, tra le dimore storiche più belle di tutto il mondo.

Perché è green: le grotte sono state ristrutturate con materiale secolare di recupero, così come gli oggetti al loro interno. Il cibo offerto è esclusivamente locale e la struttura è attenta ai risparmi idrici ed energetici.

Cosa fare nei dintorni: semplicemente scoprire la meraviglia di Matera, la città scolpita nel tufo che dopo millenni continua a lasciare i viaggiatori senza fiato.

 

Quale sarà la tua prossima destinazione tra queste dimore storiche? Prenota e prepara le valige, e non dimenticarti di tornare per raccontarci la tua esperienza di viaggio green!

 

Ti potrebbero interessare:

8 luoghi speciali per un viaggio nel tempo

Un viaggio in Scozia tra natura, castelli e whisky

La Piramide di Bomarzo: un luogo incantevole e misterioso della Tuscia


Autore: Chiara Marras

Sono Chiara, 25 anni, una laurea in tasca e tanti progetti in mente. Credo fortemente nel web come punto di scambio e divulgazione e penso che uno dei temi più urgenti in questo momento sia l'eco-sostenibilità. Perché allora non riscoprire il viaggio come unione con la natura e con la cultura locale?
Altri articoli di Chiara Marras →


Questo articolo è stato pubblicato il ecohotel ed etichettato , , , . Ecco il permalink.