In natura ogni stagione ha qualcosa di speciale, ma l’autunno ci regala qualcosa di davvero unico: un tripudio di colori, che trasforma i boschi in suggestivi quadri. È il foliage, così si chiama il fenomeno per cui le foglie si colorano di rosso, giallo e arancio, ed è sicuramente uno dei motivi per cui vale la pena vivere a pieno la stagione autunnale. E se il foliage del Canada e New England è famoso in tutto il mondo, ci sono piccoli paradisi naturali in Italia dove è possibile ammirare gli splendidi colori della natura nei mesi di Ottobre e Novembre.

Dunque, partiamo alla scoperta dei più bei parchi e giardini dove è possibile ammirare le strabilianti tonalità del foliage autunnale.

Giardini di Sissi, Alto Adige

Foliage in Alto Adige, i Giardini di Sissi

Proprio nel cuore della città di Merano parte il Sentiero di Sissi che in 45 minuti a piedi ci portano agli incredibili Giardini di Castel Trauttmansdorff: una superficie di 12 ettari quanto mai variegata e affascinante, dove si incontrano 80 ambienti botanici, e dove prosperano piante da tutto il mondo. E in autunno lo spettacolo è ancora più incredibile, le foglie dei faggi si tingono di rosso, le chiome delle sequoie sembrano accendersi, gli aceri del Canada si trasformano: la magia del foliage è servita.

InfoGiardini di Castel Trauttmansdorff

Dove dormire: non lontano da Merano c’è il bellissimo Hotel Pergola, che coniuga il rispetto per la natura al lusso. Ti aspettano scenari mozzafiato, cibo biologico e una stazione termale.

Il foliage nelle Langhe, Piemonte

Foliage nelle Langhe
Foto di Andrea Demagistris via Flickr

È difficile resistere al fascino del foliage tra le colline delle Langhe. I colori autunnali insieme ai vigneti, alle torri, ai castelli e ai borghi disegnano paesaggi indescrivibili da non perdere. Che ne dici di un bicchiere dei vini più pregiati al mondo circondati da una natura mozzafiato?

Dove dormire: in uno dei borghi più antichi delle Langhe-Roero, dominato dal suggestivo castello di Monticello, si trova Rocche di Montexelo. La struttura ricettiva eco-friendly, certificata green key, è il luogo perfetto per rilassarvi nella spa – con idromassaggio, doccia emozionale, sauna finlandese, bagno turco e cromoterapia – e gustare gli ottimi vini e formaggi della terra.

Parco Nazionale della Sila, Calabria

Foliage nel Parco Nazionale della Sila

Se credevi che il foliage fosse uno spettacolo riservato al Nord Italia, ti sbagliavi! Il fenomeno si verifica in tutto il suo splendore anche nel cuore della Calabria, nel meraviglioso Parco Nazionale della Sila. Non mancano le possibilità di trekking tra le sfumature che la natura offre in questi mesi.

InfoParco Nazionale della Sila

Dove dormire: tra boschi e vette, trovi il primo rifugio montano del Parco Nazionale della Sila. Una bellissima casa rossa che offre 4 camere e una cucina genuina e locale.

Parco Giardino Sigurtà, Veneto

Foliage nel Parco Giardino Sigurtà
Foto di Jürgen Mangelsdorf via Flickr

A pochi chilometri dal Lago di Garda, nel suggestivo borgo di Valeggio sul Mincio, ti aspettano 600 mila metri quadri di natura incontaminata. Un’esplosione di colori che accoglie monumenti e giardini acquatici. Da non perdere la Grande Quercia, una delle maggiori attrazioni del Parco e con i suoi quattro secoli di età è la pianta più antica del giardino.

InfoParco Giardino Sigurtà

Dove dormire: l’Agriturismo Monte Vento ti invita a trascorrere giornate rigeneranti in mezzo alla natura, tra le colline dove nasce il pregiato vino Custoza.

Parco Regionale del Corno alle Scale, Emilia Romagna

Foliage nel Parco Corno alle Scale

E infine ci spostiamo nell’Appennino Tosco-Emiliano. Tra i diversi tratti che meritano di essere visitati per ammirare il foliage, abbiamo scelto il bellissimo Parco Corno alle Scale che ogni anno organizza passeggiate guidate per ammirare al meglio i colori dell’autunno.

InfoCorno alle scale

Dove dormire: la tua casa al Corno alle Scale è il Residence Villa Fedora, un luogo che offre l’occasione di una vacanza indimenticabile, in una natura incontaminata.


Autore: Chiara Marras

Sono Chiara, 28 anni, una laurea in tasca e tanti progetti in mente. Credo fortemente nel web come punto di scambio e divulgazione e penso che uno dei temi più urgenti in questo momento sia l'eco-sostenibilità. Perché allora non riscoprire il viaggio come unione con la natura e con la cultura locale?
Altri articoli di Chiara Marras →


Questo articolo è stato pubblicato il weekend green ed etichettato , , , , . Ecco il permalink.