Correva l’anno 1950 quando il piccolo paese di Curon fu sommerso in seguito alla creazione di una grande diga che unificò 3 laghi. Da allora, la torre di un campanile spunta dall’acqua, rendendo inconfondibile e magico il Lago di Resia.

Siamo nella bellissima Val Venosta, un luogo caratterizzato dalle testimonianze storiche e dai sentieri naturalistici, dai castelli e dai percorsi in mountain bike. Qui, davanti alle montagne della Vallelunga, a  1.500m sul livello del mare, c’è il Lago Resia, il più grande dell’Alto Adige, che ancora oggi ci racconta la sua storia.

Lago di Resia, Alto Adige
Foto di Andreas Flohr via Flickr

La storia del Lago di Resia

Un tempo i laghi erano tre: oltre il Lago di Resia c’erano il Curon e il San Valentino alla Muta. Nel 1950 furono uniti da una diga, che però sommerse con sé Curon, le sue case e i suoi terreni. Gli abitanti dovettero evacuare e del borgo rimase solo il grande campanile della chiesa risalente al Trecento. Sembra spuntare dal nulla, e rende il Lago di Resia un luogo davvero suggestivo e fiabesco, simbolo di tutta la valle. D’inverno, quando il lago si ghiaccia, il campanile può essere raggiunto a piedi.

Lago di Resia, Alto Adige
Foto di Grifo via Flickr

La leggenda racconta che, nelle freddi notti d’inverno, si sentono ancora le campane suonare.

Vuoi organizzare un viaggio in Alto Adige? Rendi la tua vacanza ecosostenibile con queste bellissime strutture ricettive ecologiche!

 

Foto di copertina di Sander van der Wel via Flickr

Ti potrebbero interessare anche:

Da Parco a Lago, da Lago a Parco: la reversibilità della Natura

Weekend al lago: 10 laghi per una fuga eco-friendly in Italia


Autore: Chiara Marras

Sono Chiara, 25 anni, una laurea in tasca e tanti progetti in mente. Credo fortemente nel web come punto di scambio e divulgazione e penso che uno dei temi più urgenti in questo momento sia l'eco-sostenibilità. Perché allora non riscoprire il viaggio come unione con la natura e con la cultura locale?
Altri articoli di Chiara Marras →


Questo articolo è stato pubblicato il itinerari ed etichettato , , , , . Ecco il permalink.