Passati da un ‘estate atlantica con scrosci d’acqua continui e parchi e giardini verdi come i prati d’Irlanda stiamo attraversando indenni un autunno strano, umido, ma caldo con tiepidi venti di scirocco e qualche stupito turista del Nord che gira in t-shirt guardando noi, che ci intestardiamo a girare imbacuccati con piumini, sciarpe e guanti, come dei pittoreschi esagerati.
D’altrocanto, siamo italiani e amiamo le tradizioni: siamo a Dicembre, Natale è alle porte e quindi, per definizione, è l’inverno e d’inverno ci si mette cappotto e/o piumino, guanti, cuffia, stivali, il naso ghiaccia, il vin brulé e la cioccolata sono un must e …i mercatini di Natale pure.
Eccone alcuni con …quel qualcosa in più:

Mercato in Campo di Siena:

non esattamente il tipico mercatino di Natale che ci aspettiamo di trovare, ormai affezionati visitatori degli storici mercatini di Merano e di Bolzano, ma a Siena ci piace andare perché, da qualche anno, hanno deciso di far rivivere il “Mercato in Campo” ovvero il mercato che si teneva, attorno all’anno mille, nella piazza maggiore di Siena. Oltre agli stand in cui trovare quasi centoquaranta artigiani, di cui alcuni che ci fanno rivivere proprio le tradizioni medievali come le sorridenti treccole, le fogliaiole e i pollaioli, c’ è un ricco calendario di eventi tra cui ci piace ricordare la possibilità di ammirare presepi anche antichi, patecipare a aperture straordinarie del Museo Civico con momento musicale, lezioni di cucina e di maglia e molto altro.

Mercatino Natale di Tenno:

qui siamo già più in clima mercatino di Natale da tradizione.
Ma anche qui abbiamo voluto trovare la “chicca”. Niente bancarelle, per scovare i prodotti tipici dell’Alto Garda, siamo infatti a pochi chilometri dal lago omonimo, si deve…scendere in cantina. Ebbene sì, a Tenno hanno messo gli artigiani nelle cantine delle case e nelle strette viuzze e sotto i possenti volti di pietra di questo villaggio si trovano, invece, zampognari, musicanti e altri artisti che allietano i visitatori. Bello, no?
Se ci volete fare un giro, segnatevi le date: 7, 8, 14,15, 21 e 22 Dicembre.
E segnatevi soprattutto di non tornare senza scorta di carne salada,fettine di manzo sottili che si mangiano come il carpaccio ma i locali sostengono sia molto, ma molto meglio; io non disdegno.
E non perdetevi la peverada, piatto povero con brodo di carne, pane raffermo, formaggio, salsiccia. Anche qui disdegnare sarebbe poco educato e io …non disdegno.
E per un B&B davvero verde e vicino al Lago Caldonazzo, provate la Casa sul Lago

I mercatini di Trieste:

altera e piena di soprese, la città tergestea ne ha tre di mercatini.
Il Mercato di Natale così detto si svolge nei pressi della piazza di Sant’Ambrogio. Qui i mercanti provenienti da ogni dove espongono le loro mercanzie e non è raro trovare qualche chicca inusuale per l’amico gourmand.
Quest’anno il mercato si svolgerà dal 10 al 24 Dicembre 2014.
La Fiera di San Nicolò: il mercatino storico di Natale di Trieste. Alle bancarelle si unisce un programma di eventi davvero notevole con una festa medievale vera e propria in cui non mancano giocolieri, trampolieri e mangiafuoco.
Appuntamento fino al giorno 8 Dicembre 2014.
Il Mercatino Francese si è concluso il 30 Novembe e con le sue casette in legno e i suoi peccaminosi banchi di formaggi ha dato l’inizio ai mercati natalizi di Trieste.
Il vostro soggiorno verde a Trieste al B&B Ferdinandeo

Bolzano:

il mercatino di Natale più grande dell’Alto Adige.
Ci sono ottanta espositori che dal 27 Novembre al 6 Gennaio 2015 non abbandoneranno la città.
Quest’anno,poi, oltre ai profumati dolci speziati, ai Lebkuchen che qui hanno la forma di un angioletto, al vigoroso vin brulè, il Christkindlmarkt di Bolzano ospita scenografie particolari come quelle del “Bosco incantato” a Palazzo Campofranco che ricrea, apuunto, un bosco tra cui scovare le casette degli espositori.
Per tutta la durata del mercatino, inoltre, le vie saranno animate dalla musica degli zampognari, dei suonatori di ottoni, di corno e di arpa.
Insomma, i colori del Natale, i sapori delle spezie e dello zucchero, le note dei musicanti: il Mercatino di Natale di Bolzano è davvero un’emozione da vivere a 360°.
ViaggiVerdi consiglia: a Bolzano il Mercatino di Natale è ancora più verde quest’anno. Non solo raccolta rifiuti differenziata, ma piantumazione di nuove piante per compensare emissione CO2.
Per soggiornare attorno a Bolzano, trovate la vostra residenza verde qui

Castelrotto:

sulle Dolomiti con i Krampus.
Sull’Alpe Siusi c’è Castelrotto, un paesino delizioso che ospita un mercatino di Natale che è una chicca per gli affezionati.
Preparatevi a scorpacciate di fragranti dolci speziati, ma anche a acquistare meravigliose marmellate che vi regaleranno colazioni corroboranti e allegre, panpepato che profuma di tradizioni antiche e i Krampus, personaggi a metà tra la bestia e l’uomo tipici delle feste natalizie in Alto Adige. Secondo alcuni rappresentano un pò il Dr Jekill e Mister Hide di San Nicola, l’antesignano di Santa Claus. Chissà!
La vostra sosta verde a Castelrotto al Maso Gstatschhof

Foto di copertina: foto di Marc Hohenleitner, via flickr

Potrebbero interessarvi anche:

È tempo di Alberi di Natale: sostenibili, riciclabili e originali!

Riciclare & Ricreare. Alcune idee per un Natale Ecologico

5 leggende per stupire i bambini e non solo loro