Visto che Colore fa rima con buon umore, perché non concedersi una vacanza nella Natura, non troppo lontana da casa, circondandovi del vostro colore preferito?

Se non ci avete mai avete mai pensato ecco come fare:

1: ascoltate il vostro stato d’animo e scegliete il vostro colore.

2: scovate l’itinerario corrispondente. Ve ne proponiamo 5, dalla Sicilia all’Emilia.

3: preparatevi a partire

 

Rosso: fare il pieno di energia, in Sicilia, tra vino, cucina e vulcano

Il rosso è il colore dell’amore, ma anche il calore del fuoco e l’energia della luce.

Se vi sentite stanchi e scarichi, se siete alla ricerca di vitalità e passione, questo è il vostro colore.

Per circondarvi di rosso vi consigliamo l’isola più a sud dell’Italia, quella più calda e accogliente, viva e passionale.

La vostra vacanza all’insegna del rosso è in Sicilia, nel Parco Naturale dell’Etna, il vulcano più alto d’Europa, dichiarato dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Dopo un’affascinante passeggiata nella riserva naturale del Parco dell’Etna, per vedere da vicino le sfumature di rosso del vulcano, i crateri, le grotte e le colate laviche più recenti, potrete rigenerarvi con un bicchiere di squisito vino locale (rosso ovviamente!), accompagnato da prodotti tipici.

Allora sarete pronti per rilassarvi nelle suggestive casette di pietra lavica, o nella casa di paglia e terra cruda del B&B ecofriendly Casa di Paglia Felcerossa Permacultura sull’Etna, con una vista mozzafiato sul rosso fuoco dell’imponente montagna.

Il prossimo weekend, 12 e 13 aprile, potrete anche partecipare ad un corso di “Cucina Rocket“, con Mimmo Aloisio, per imparare a costruire la vostra cucina esterna a due fuochi (a legna) secondo i principi della rocket stove ed imparare a sfruttare la produzione del calore del fuoco per cucinare.

Per informazioni:

– sul corso di cucina rocket: Casa di paglia Felcerossa. Permacultura sull’Etna, tizianacicero@gmail.com, 3381536208

– sul parco dell’Etna: www.parcoetna.it

Sicilia, Etna nuova eruzione spettacolare

Verde: ritrovare l’armonia con la Natura, nella Valle dei Mulini

Il verde è il colore della natura e  il colore dell’armonia; simboleggia la speranza, l’equilibrio e il rinnovamento. Se vi sentite stressati e avete bisogno di rilassarvi, di recuperare la calma e la concentrazione, il verde è il vostro colore!

Per farvi avvolgere a 360 gradi dalla natura, e ammirare le mille sfumature di verde che si mescolano con l’acqua di cascatelle e torrenti vi consigliamo di scoprire un angolo nascosto della Costiera Amalfitana: la valle dei Mulini. Qui nel 1400 c’erano le prime cartiere d’europa, di cui oggi rimangono i ruderi di pietra invasi da una jungla verdissima e viva.

Entrando nella parte più alta della valle, nella “Riserva orientata Valle delle Ferriere” scoprirete un paradiso nascosto di felci giganti, muschi verdissimi illuminati dalle cascate di acqua. La primavera è il periodo migliore per visitare questa valle magica, dove la natura ha riconquistato le antiche fabbriche fantasma.

Per una full immersion nel verde, vi suggeriamo di soggiornare in un antico Casale circondato da limoneti, viti e uliveti recuperato in ottica green. Dal B&B La Valle del Dragone  , tra Ravello ed Amalfi, si snoda un suggestivo sentiero, attraverso piccoli centri montani, valli e fortificazioni, dal quale si può raggiungere anche la suggestiva valle dei Mulini.

Info: per visitare la Riserva orientata Valle delle Ferriere, guida CAI Aldo: ldatsi@katamail.com 347-7227413

Valle dei Mulini, Amalfi. Foto di Emanuele Benigni
Valle dei Mulini, Amalfi. Foto di Emanuele Benigni

Blu: dimenticare i problemi di tutti i giorni con un tuffo, nel mare del Cilento

Il Blu è il colore del mare, calmante e rinfrescante. Se avete bisogno di tuffarvi nella natura e dimenticare i problemi di tutti i giorni questo è in assoluto il vostro colore.

Tra i tanti mari d’Italia ve ne consigliamo uno meno turistico e più selvaggio, quello della Costiera Cilentana, tra Acciaroli e Palinuro. Le sfumature di blu e azzurro saranno abbastanza da saziare il vostro sguardo.

Le potrete ammirare distesi sulla sabbia morbida di una delle tante calette nascoste, come Cala Bianca o Cala Fortuna. Assaggiare il blu dall’alto, passeggiando lungo i tanti percorsi verdi a strapicco sul mare cristallino. O infine gustarvelo dalla finestra del vostro residence eco-sostenibile Ancora, a pochi passi dalle splendide spiagge di Acciaroli.

Info: i nostri suggerimenti per scoprire la costiera Cilentana

Cilento mare
Cilento, foto di POITA1003, via flickr

Giallo: un assaggio di felicità, nelle Marche, tra arte, natura e antiche ricette

Il giallo è il colore associato alla felicità, ma anche alla saggezza e all’immaginazione. Se sentite il bisogno di una dose di buon umore, o di stimolare il vostro lato intellettuale, il giallo è il colore che fa per voi!

Per trovarlo vi consigliamo un viaggio nelle Marche, magari attraversando in bicicletta le sue colline e i meravigliosi paesaggi in fiore.

I più audaci potranno inerpicarsi sulle pendici del Monte Nerone (1.526 m.) fino ad arrivare a Piobbico, un piccolo comune protetto tra le montagne, dove fermarsi a pranzo nella Slowcanda. Giallo è anche il colore delle uova, della pasta fatta in casa e delle morbide colombe di Pasqua, prodotte a km zero e con un’antichissima pasta madre dall’Agriturismo Slowcanda.

Giallo è il colore brillante dei girasoli e della campagna in fiore da attraversare senza fretta sulle due ruote. Quando sarete stanchi vi consigliamo di riposarvi in un suggestivo casale tra le colline, meglio se ristrutturato in modo ecofriendly, come il B&B le Tamerici, vicino a San Giorgio di Pesaro, sul crinale di collina tra le valli del Metauro e del Cesano. Da qui, dopo un’abbondante colazione a km zero, gli itinerari tra antichi borghi e natura incontaminata saranno tantissimi.

Potete scoprire il giallo nelle prime fioriture della riserva naturale del Furlo. Leggerlo nelle sfumature lievi delle opere di Piero della Francesca, tra Urbino e le corti dei Duchi. O apprezzare il giallo paglierino del vino Bianchello del Metauro, attraversando in bici le colline che degradano felicemente verso il mar Adriatico.

Info: Riserva Naturale Gola del Furlo (Pesaro-Urbino)

Urbino e le corti dei Duchi in bici

Le colline del Bianchello in bici (Pesaro-Urbino)

 

Viola: giardini, profumi e tramonti nell’eleganza ducale di Parma

Terminiamo questo viaggio tra i colori a Parma, dove la primavera inizia all’insegna del viola.

Un colore ed un fiore che è simbolo della piccola città emiliana. Amato e coltivato dalla Duchessa Maria Luigia, moglie di Napoleone Bonaparte, ed utilizzato da Lodovico Borsari per dare avvio al suo celebre profumo, nel 1870.

Anche quest’anno, a Parma, fino al 27 aprile, si festeggia il fiore e il colore viola con lezioni di disegno e di botanica, passeggiate nel verde dei bellissimi parchi storici della città, visite guidate a tema, mostre e laboratori d’arte.

Per un soggiorno elegante ed eco-sostenibile nel centro storico di Parma, potete scegliere il B&B Charme, a due passi dal duomo, dai giardini e dalle principali attrazioni, dal quale poter ammirare un meraviglioso tramonto sui tetti della città. O un’alba con toni di viola, se preferite!

Info: Programma degli Eventi Parma color Viola

violetta di Parma

Quale sarà il colore del vostro prossimo viaggio?

 

Potrebbero interessarvi anche:
6 itinerari che non ti aspetti in Sardegna
3 Itinerari più 5 ingredienti per una vacanza in bici all’insegna della libertà
Ville dei Medici: 7 ville per 7 super rossi toscani
  • angelo begalli

    blu