Scoprire luoghi unici senza danneggiare l’ambiente e soggiornare in una struttura ricettiva con una buona qualità ecologica è il desiderio di sempre nuovi viaggiatori, consapevoli di quanto la loro vacanza può davvero incidere negativamente sull’ecosistema.

La crescente domanda di ecoturismo ha determinato un aumento di “greenwashing”: l’ecosostenibilità è spesso diventata una strategia di marketing, ed alcune strutture ricettive pubblicizzano piccoli e limitati accorgimenti ecosostenibili per apparire agli occhi dei consumatori sensibili allo sviluppo sostenibile, quando invece potrebbero davvero impegnarsi molto di più per l’ambiente.

Abbiamo deciso di andare a fondo su questo tema, studiare le certificazioni ambientali legate al turismo in Italia ed in Europa, capire quali requisiti sono davvero importanti per riconoscere la qualità ecologica di un hotel, di un bed & breakfast, di un agriturismo, di un campeggio o di qualsiasi altra struttura ricettiva per le nostre vacanze.

 

Come misurare la qualità ecologica di una struttura ricettiva?

Accogliendo i principi richiesti dai più autorevoli marchi ambientali europei, come il cigno bianco svedese o l’Ecolabel fiore europeo, Viaggi Verdi ha individuato 10 requisiti fondamentali e una decina di altri accorgimenti secondari, che le strutture ricettive davvero attente all’ambiente dovrebbero cercare di rispettare.

Se il tuo hotel, agriturismo, albergo diffuso, bed & breakfast, campeggio o appartamento risponde positivamente ad almeno 5 dei 10 requisiti fondamentali individuati, ed è impegnato nella diminuzione della sua impronta ecologica, potrà far parte della rete Viaggi Verdi.

Ecco i dieci requisiti fondamentali di ecosostenibilità delle strutture ricettive individuati da ViaggiVerdi: 

 

1. Cibo biologico o a chilometro zero

Gli alimenti utilizzati per la composizione dei menu sono in prevalenza di stagione, biologici e prodotti localmente. Gli ingredienti da agricoltura biologica e a km zero sono chiaramente indicati sulla carta del menu.  Vengono proposte pietanze tipiche della cucina locale o regionale. Non vengono utilizzati prodotti OGM o da essi derivati, né prodotti sottoposti ad irraggiamento. Viene servita acqua dell’acquedotto o acqua minerale in vetro proveniente da fonti ubicate nella regione della struttura ricettiva o in quelle confinanti laddove non ne esista una regionale.

 

2. Edilizia e arredi ecocompatibili 

L’edificio presenta una buon livello di coibentazione termica con un consumo minore di 50 kWh/m² all’anno. Le pitture, le finiture e gli arredi sono prevalentemente in materiali naturali, privi di sostanze dannose di origine petrolchimica e/o di riconosciuta tossicità, e senza emissioni di formaldeide.

 

3. Pannelli solari per acqua calda

Vengono utilizzati pannelli solari per la produzione di acqua calda.

 

Elettricità da fonti rinnovabili al 100%

L’energia elettrica deriva al 100% da impianti fotovoltaici, eolici, microeolici o  microidroelettrici appartenenti alla struttura ricettiva o viene acquistata da fornitori di energia elettrica pulita (derivante al 100% da fonti rinnovabili, come, ad esempio, Trenta Energia).

 

5. Prodotti per la pulizia ecologici

Vengono utilizzati detersivi e detergenti altamente biodegradabili ed ecocompatibili e deodoranti naturali, come ad esempio quelli di Officina Naturae.

 

6. Raccolta differenziata oltre l’80%

 

Vengono separate tutte le tipologie di rifiuti per le quali è attiva in zona la raccolta differenziata, superando l’80% di differenziazione. Sono a disposizione degli ospiti nelle aree comuni appositi contenitori per la raccolta differenziata di carta, vetro, plastica e lattine. Viene effettuato, dove possibile, il compostaggio dei rifiuti organici. Vengono fornite informazioni agli ospiti sulla raccolta differenziata invitandoli a contribuire.

 

7. Raggiungibilità con mezzi pubblici  

Il Glacier Express in Svizzera

La struttura è raggiungibile con i mezzi pubblici, o viene garantito un servizio di “navetta” per gli ospiti che arrivano nella località con i mezzi pubblici. La struttura offre informazioni sui servizi di trasporto pubblico disponibili sul territorio ed incentiva i clienti al loro utilizzo.

 

8. Lampadine a basso consumo

Le lampade sono a risparmio energetico. Viene promossa un’azione di sensibilizzazione degli ospiti al risparmio energetico attraverso messaggi semplici ma efficaci.

 

9. Riduttori di flusso  per l’acqua

Nei rubinetti e nelle docce sono installati appositi aeromiscelatori che limitano il flusso di acqua a non più di 8,5 litri al minuto. Viene promossa un’azione di sensibilizzazione degli ospiti al risparmio idrico attraverso messaggi semplici ma efficaci.

 

10. Recupero e riuso delle acque meteoriche

Le acque meteoriche vengono raccolte e riutilizzate per gli usi secondari (sciaquoni dei bagni, irrigazione di orti o giardini, lavaggio di autovetture).

 

Questi sono i 10 requisiti fondamentali, sui quali puntiamo maggiormente l’attenzione, e sulla base dei quali vengono selezionate le strutture ricettive ecocompatibili della rete ViaggiVerdi (che devono possedere almeno 5 dei 10 requisiti).

 

Altri requisiti:

Ma ci sono anche i seguenti altri requisiti secondari, utili per misurare la sostenibilità di ciascuna struttura ricettiva, valutando la sua particolare qualità ambientale:

  1. Eliminazione monodose: non vengono utilizzate confezioni monoporzione, né piatti, tovaglie o bicchieri usa e getta. Vengono utilizzati, per quanto possibile, vuoti a rendere e contenitori riutilizzabili per alimenti e bevande.
  2. Servizio noleggio biciclette: la struttura mette a disposizione degli ospiti biciclette in numero non inferiore a 1 bicletta ogni 2 camere.
  3. Elettrodomestici in classe energetica A: gli apparecchi elettrici (frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavastoviglie) sono in Classe A.
  4. Sensori crepuscolari o di movimento: sono presenti cellule fotoelettriche negli ambienti con necessità di illuminazione permanente.
  5. Cambio asciugamani su richiesta: la biancheria e gli asciugamani vengono cambiati una volta alla settimana, se non richiesto dal cliente.
  6. Sciacquone in doppia modalità: le tazze del wc dispongono del dispositivo di bloccaggio e/o del doppio tasto.
  7. Condizionamento naturale o aria condizionata in classe A: condizionamento naturale, o presenza di impianti di condizionamento con efficienza energetica di classe A ai sensi della direttiva 2002/31/CE.
  8. Caldaia con rendimento superiore al 90%: caldaia con rendimento termico del bruciatore superiore al 90%.
  9. Utilizzo di carta riciclata: la carta igenica, nonché la carta per fotocopiatrici e stampanti e il materiale pubblicitario o informativo sono in carta riciclata.
  10. Promozione di iniziative “eco”: vengono organizzati eventi e promozioni che sensibilizzano l’attenzione dei clienti verso l’ecoturismo.
  11. Sostegno dell’economia locale: vengono acquistati prodotti e servizi locali.

Quanti di questi requisiti possiede la tua struttura ricettiva, o quella dove usualmente trascorri le tue vacanze?

Se ne possiede almeno 5 significa che ha una buona qualità ambientale e che potrà appartenere alla rete Viaggi Verdi.

Quali sono le strutture ricettive davvero ecosostenibili in Italia?

Puoi trovarle in ViaggiVerdi