Un antico potere tra le colline di Firenze dove riscoprire una Toscana autentica ed ecosostenibile, lontana dalle solite rotte turistiche. Qui Elisabetta e Samuele, laurea in tasca, hanno scelto di tornare alla terra e trovare la loro strada nel vecchio podere di famiglia. Ecobnb li ha intervistati: ecco cosa ci hanno raccontato!

Un’antica cascina da tempo abbandonata immersa tra le bellissime colline toscane. Tutt’attorno ulivi, alberi da frutto, viti. Dopo gli studi universitari, Elisabetta e Samuele si sono trasferiti qui per vivere e lavorare più vicini alla natura, e realizzare il loro sogno. “Amavamo troppo quel luogo e volevamo vederlo rinascere. Ci siamo quindi lasciati alle spalle la vita di città, e, con tenacia e passione, abbiamo imparato a coltivare la terra recuperando, uno alla volta, i terreni incolti che circondano la proprietà.

Tra le colline della Val di Sieve, Toscana
Le Colline della Val di Sieve, dall’agriturismo La Fontaccia

La Fontaccia è un luogo speciale dove è davvero possibile staccare la spina abbracciare uno stile di vita sostenibile. Rallentare, avvicinarsi alla natura, e scoprire una Toscana più autentica, lontana anni luce dal turismo frenetico della città.

Puoi stupirti davanti ai colori del tramonto e raccogliere le ciliegie succose dagli alberi. Assaporare i ritmi lenti della campagna, accarezzare le galline e gustare i prodotti a km zero della fattoria. Immergerti nell’acqua calda della tinozza circondata dai suoni della natura. Percorrere a piedi i sentieri della Val di Sieve, terra del Chianti Rufina, scoprire i piccoli borghi e fare la spesa nelle botteghe più belle. Sono alcune delle esperienze da non perdere partendo da La Fontaccia, a 15 km da Firenze, tra le Colline del Chianti.

Come è nato il vostro progetto di eco-ospitalità?

Tutto é iniziato nel 2010 quando abbiamo aperto l’azienda agricola ed iniziato a pensare al progetto di ristrutturazione dell’intero podere.

Fin da subito il nostro obiettivo è stato quello di rendere il più efficiente possibile tutti gli ambienti, utilizzando le tecnologie disponibili in armonia con i materiali naturali e storici già presenti.

Quale stile di vita slow ed eco-friendly proponete ai vostri ospiti?

La nostra maggior fonte di energia è il sole, sia per quanto riguarda la produzione di elettricità che per la produzione di acqua calda. Per questo motivo noi abbiamo imparato a concentrare le attività che consumano molta energia elettrica o acqua calda nelle ore del giorno più soleggiate.

Invitiamo i nostri ospiti a essere responsabili del loro impatto ambientale chiedendo di differenziare i loro rifiuti e di gestire in modo consapevole la richiesta del cambio biancheria e asciugamani.

Per quanto riguarda il cibo cerchiamo il più possibile di proporre cibo prodotto nella nostra regione, fresco e stagionale e per questo ci teniamo a spiegare la provenienza e la storia che c’è dietro a ogni ricetta.

Quali itinerari ed esperienze “green” consigliate maggiormente a chi viene da voi?

La nostra posizione permette ai nostri ospiti di arrivare alle grandi città di itneresse storico e culturale come Firenze, Arezzo e Siena facilmente raggiungibili in automobile o in treno, in particolare quest’ultima soluzione è da noi caldamente consigliata anche perchè più ecologica.

Inoltre cerchiamo sempre di offrirgli un’esperienza positiva consigliando itinerari alternativi e meno battuti all’interno delle stesse città. Questo rende la visita meno faticosa, più vera e meno impattante sui già gravati centri storici.

Consigliamo inoltre ai nostri ospiti di visitare i piccoli paesi nei dintorni, itinerari da fare a piedi in mezzo a boschi e vigneti, realtà meno toccate dal turismo di massa come il Casentino, il Mugello e il Valdarno.

Il nostro Agriturismo sorge lungo un sentiero pedonale segnalato che collega ad altri poderi, centri medievali e pievi.

Soprattutto agli ospiti stranieri piace accompagnarci a fare la spesa nelle botteghe del paese. A noi può sembrare banale, ma non lo è per chi è abituato a vivere nei frenetici centri delle grandi metropoli oppure a procurarsi tutto dai grossi centri commerciali.

Entrare in contatto con la realtà di paese e acquistare prodotti freschi e locali dall’ortolano, dal pastore, dal macellaio, dal gelataio… è un’esperienza unica.

Bottega Tipica vicino alla fontaccia, tra le colline di Firenze
Bottega tipica

Tra le buone pratiche di sostenibilità che avete adottato, quali vi hanno dato maggiori soddisfazioni?

Grossa soddisfazione sia da impianto fotovoltaico che dal solare termico, sia in termini economici che di resa effettiva di energia, che ci ha permesso di non utilizzare se non come fonte di emergenza il Gas Propano Liquido (che in zone rurali come questa è spesso l’unica fonte di energia termica presa in considerazione).

Altra piacevole soddisfazione viene dal termocamino a legna, che scalda la casa e l’acqua nei mesi invernali, quando il sole non è sufficiente.

In ultimo, anche se per noi è ormai una cosa normale, ospiti non europei trovano molto interessante la raccolta differenziata, ed è stato spesso motivo di interessante conversazione.

Ritiro Yoga a La Fontaccia, agriturismo eco-sostenibile tra le colline di Firenze
Ritiro Yoga a La Fontaccia

Cosa significa per voi essere un “Ecobnb”?

Offrire ai nostri ospiti un’esperienza “slow” per tornare in contatto con i ritmi più rallentati della natura, imparando l’importanza della stagionalità in ogni sua forma e l’impatto che ogni nostra azione ha sull’ambiente circostante.

In molti sono curiosi sull’impianto fotovoltaico o sul solare termico, e ci chiedono “se funzionano davvero”, e allora inizia un piacevole scambio tra noi e gli ospiti.

E la sostanza è questa, condividere la nostra esperienza con quella degli ospiti e viceversa, perchè no anche su tematiche ambientali.

La Fontaccia, agriturismo biologico tra le colline di Firenze

Se siete alla ricerca di una Toscana green e autentica, questo è l’indirizzo giusto!

 

Potrebbero interessarvi anche:

Tra abbazie e terme naturali: consigli per un weekend green in Toscana

Il lusso sostenibile nella Maremma Toscana

Voglia di Toscana slow: destinazione Camaiore!


Autore: Silvia Ombellini

Sono un architetto con la passione del viaggio, una mamma che sente sempre più urgente e necessario riuscire a vivere in armonia con l’ecosistema del quale siamo parte. Dopo la nascita del mio secondo bimbo è nato anche ViaggiVerdi, un'avventura intrapresa per cambiare il modo di viaggiare, per renderlo più sostenibile, giusto e buono con l'ambiente, i luoghi e le persone che li abitano.
Altri articoli di Silvia Ombellini →


Questo articolo è stato pubblicato il ecohotel ed etichettato , , . Ecco il permalink.