La pagina della tua struttura su Ecobnb è come una vetrina: milioni di viaggiatori consapevoli potranno vedere il tuo annuncio. Se la pagina riuscirà a catturare la loro attenzione e convincerli, potranno decidere se trascorrere la propria vacanza presso la tua struttura ricettiva.

Scopriamo insieme quindi come ottimizzare il tuo annuncio su Ecobnb per ricevere il maggior numero di richieste possibile!

1. Le foto, prima di tutto

Per chi sceglie una struttura ricettiva online le foto sono molto importanti, più ancora della descrizione. È fondamentale quindi pubblicare tante fotografie, tutte molto belle, scattate nelle migliori condizioni possibili, ad esempio in una giornata di sole. Le foto devono mostrare gli ambienti della struttura e differenziarsi il più possibile dalle foto di altre strutture. Attenzione anche alla prima immagine che appare nell’annuncio, la prima impressione è sempre fondamentale!

2. Scegli una descrizione originale ed esaustiva

Come migliorare il tuo annuncio

Anche la descrizione è fondamentale nel tuo annuncio: condividere delle chiare informazioni può aiutare i tuoi ospiti a vivere un’esperienza migliore e a decidere se il tuo spazio è adatto alle loro esigenze.

È meglio evitare termini soggettivi e spesso abusato come “la più bella struttura della zona”, “il più accogliente B&B della città” che sono in conclusione privi di significato. Utilizzare termini più concreti e più descrittivi è la mossa giusta: “ a 150 metri dalla spiaggia in sabbia”, “a accogliervi troverete Salvatore e Carla” sono ad esempio contenuti più originali che distinguono veramente la tua struttura.

Sebbene un tono informale riesce a instaurare un primo rapporto con il viaggiatore, è importante ricontrollare sempre la descrizione del tuo annuncio. Il testo deve essere corretto ed è bene evitare un uso eccessivo, ad esempio, di punti di sospensione o esclamativi o parole tutte in maiuscolo.

3. Indica cosa fare e vedere nei dintorni

Perché il viaggiatore dovrebbe venire dalle tue parti? Quali sono le bellezze (naturali, culturali, enogastronomiche, ecc.) da non perdere nei dintorni? Cosa ami del tuo territorio e cosa offre a chi lo visita nelle diverse stagioni? La descrizione non deve limitarsi alla spiegazione delle stanze e degli spazi, ma anzi deve concentrarsi sul contesto della struttura.

Le vacanze sono sempre più esperienziali: i viaggiatori vogliono fare, vedere, sentire, provare, assaggiare. È importante quindi rispondere a questa esigenza e descrivere e suggerire le possibili attività da fare.

Cosi chi legge sarà felice di sapere cosa potrà fare e vedere nei dintorni e quali luoghi di interesse sono facilmente raggiungibili dalla tua struttura ricettiva (parchi naturali, centri storici, musei, percorsi ciclabili, borghi antichi, spiagge, itinerari a piedi, piscine naturali, laghi, cascate, terme, ecc.)

4. Dettaglia i tuoi servizi nell’annuncio

Anche se i servizi della tua struttura sono sempre elencati, spesso è bene inserire maggiori dettagli. Non è sufficiente sapere se la colazione è inclusa. Un possibile ospite preferisce sapere se essa è naturale e biologica, dolce o salata. Maggiori dettagli riuscirai a inserire sui tuoi servizi (senza però scrivere testi troppo lunghi!) meglio sarà!

5. Racconta le tue caratteristiche eco

Anche se le qualità green della tua struttura ricettiva sono già elencate nell’annuncio (dal cibo biologico all’energia pulita), ti consigliamo di aggiungere sempre anche nella descrizione maggiori dettagli sulle tue scelte di eco-sostenibilità.

Stai sperimentando la permacultura nell’orto del tuo b&b, scrivilo. Offri le biciclette gratuite agli ospiti? Spiega meglio come funziona il servizio e se ad esempio deve essere prenotato in anticipo. Proponi menù vegani? Aggiungilo nella descrizione raccontando quali sono i piatti forti.

Non aver timore di raccontare la tua eco-storia, come è nata la tua eco-ospitalità, quali sono stati i tuoi investimenti green e quali sono i tuoi progetti futuri.

6. L’emozione non ha prezzo

Agriturismo_La_Piantata_Arlena di Castro_Viterbo

Le neuroscienze hanno dimostrato quanto l’aspetto emotivo influenzi le scelte d’acquisto. Il tuo annuncio, sia attraverso le immagini che le parole, deve essere capace di suscitare emozioni; deve essere un racconto capace di invogliare il viaggiatore a trascorrere una vacanza con te.

7. Rispondi alle recensioni

Su Ecobnb i viaggiatori possono lasciare una recensione nella struttura dove hanno alloggiato. Ti consigliamo di rispondere sempre, sia alle recensioni positive che a quelle negative, mantenendo un tono professionale e non usando mai risposte standardizzate, tutte uguali.

8. Sfrutta le offerte speciali

Ecobnb ti dà la possibilità di inserire delle offerte speciali, seguendo queste indicazioni https://www.youtube.com/watch?v=8hW0PDLCnGs.

Puoi ad esempio offrire uno sconto o una promozione per chi rimane più notti o un’esperienza insolita in determinati periodi dell’anno.

Le offerte, che compaiono nella nostra pagina offerte (e spesso anche in homepage), sono un modo per far conoscere maggiormente la tua struttura e per attirare nuovi viaggiatori.

Come migliorare il tuo annuncio? Se hai altre idee, oppure hai ancora dubbi su come fare, condividi i tuoi pensieri commentando qui sotto!

Potrebbero interessati anche:

Come ospitare con Ecobnb

Entra nel network del Turismo Sostenibile

Gli eventi da non perdere sul turismo sostenibile


Autore: Silvia Ombellini

Sono un architetto con la passione del viaggio. Penso che sia sempre più urgente riuscire a vivere in armonia con l’ecosistema del quale siamo parte. Dopo la nascita del mio secondo bimbo è nato anche Ecobnb, un'avventura intrapresa per cambiare il modo di viaggiare, per renderlo più sostenibile, giusto e buono con l'ambiente, i luoghi e le persone che li abitano.
Altri articoli di Silvia Ombellini →


Questo articolo è stato pubblicato il Ospitare Green ed etichettato , . Ecco il permalink.