Bled è sicuramente uno dei gioielli della Slovenia, un luogo magico circondato dalla natura incontaminata, nel cuore delle Alpi. È attualmente l’unica Perla Alpina della Slovenia e, grazie al suo splendido lago, alle sue pittoresche tradizioni e alle sue prelibatezze culinarie è una destinazione perfetta per ogni stagione. Qui ti aspettano escursioni con le bici elettriche, gite in barca, un giro in carrozza e tanto altro.

Lago di Bled
Foto di Ramón via Flickr

Abbiamo parlato con Jaka Azman, l’assessore al turismo di Bled, che ci ha raccontato dei luoghi più belli da visitare, degli obiettivi raggiunti insieme all’associazione delle Alpine Pearls e dei progetti futuri per continuare il viaggio verso la mobilità dolce e la sostenibilità.

Qual è la proposta di turismo sostenibile di Bled che consiglia ai nostri lettori?

Le proposte sono davvero tante: sicuramente non si può perdere il giro del Lago di Bled a bordo delle tipiche barche chiamate “pletna” per raggiungere l’isola in mezzo al lago dove un tempo si ergeva un tempio dedicato a Živa, dea slava dell’amore e oggi si trova una maestosa chiesa gotica. Nei dintorni meritano una visita le Alpi Giulie e il Parco di Triglav.

Giro del Lago di Bled
Foto di Maik-T. Šebenik via Flickr

Qual è il traguardo più importante che avete raggiunto?

Da quando abbiamo aderito alle Alpine Pearls, abbiamo sviluppato un piano per i prossimi 10 anni. Vogliamo quindi sviluppare progetti a lungo termine per lo sviluppo del turismo ciclistico e sostenibile. Quello che reputiamo più importante è condividere idee e progetti con i comuni vicini e con le altre Perle Alpine.

Quali sono gli obiettivi futuri?

Abbiamo iniziato a lavorare a 3 grandi progetti per eliminare le automobili dal centro storico di Bled: tra cui una nuova promenade lungolago.

Siete pronti ad ammirare il castello sul lago, gustare le sfogliatelle alla crema pasticciera, immergervi in un’atmosfera romantica ed esplorare le tante bellezze naturali che circondano la meravigliosa Bled?

 

Foto di copertina di Vicente Villamón via Flickr

Ti potrebbero interessare:

A Moso in Passiria il primo paese senza auto dell’Alto Adige

Il Lago di Resia e il borgo sommerso