Sono almeno 5 i motivi per cui camminare scalzi fa bene al nostro benessere psicofisico. Al contrario di ciò che in genere si pensa e alle paure per l’igiene, i medici e gli specialisti, basandosi su numerose ricerche, sostengono che camminare scalzi dovrebbe diventare un’abitudine di bambini e adulti. È un’attività assolutamente naturale che è in grado di farci stare meglio.

Camminare scalzi fa bene alla nostra salute

Ecco 5 motivi per cui è meglio camminare scalzi nelle nostre case:

1. Camminare scalzi è come un massaggio riflessologico

Siamo abituati a indossare le scarpe, rinunciando alla nostra sensibilità tattile. Ma se non percepiamo correttamente la qualità del terreno, il nostro camminare ne risente: i piedi non assumono la posizione naturale, l’arcata plantare non si sviluppa correttamente. Camminare scalzi ci permette di stimolare tutta la muscolatura del piede, di distribuire al meglio i carichi.

2. Mai più gonfiore

Camminare scalzi riattiva la circolazione del sangue e il ritorno venoso, riducendo così il gonfiore e l’appesantimento delle gambe.

3. Per combattere gli inestetismi

Calli, dita a martello, alluce valgo e altri tipi di inestetismi del piede sono spesso curabili semplicemente camminando a piedi nudi, liberandoli dalle scarpe costrittive che solitamente indossiamo.

4. Camminare scalzi è più sano

La maggior parte di noi è stata abituata all’idea che camminare scalzi sia poco igienico e poco salutare. Ma gli studi scientifici dicono il contrario.  Ad esempio, uno studio dell’Università dell’Arizona rivela che nelle scarpe ci sono oltre 400 batteri, molti di più di quelli presenti sui nostri pavimenti appena puliti.

5. Camminare scalzi ci rilassa

Quando camminiamo scalzi, il rilassamento dei muscoli e delle vene si trasmette in tutto il corpo, dando un immediato effetto rilassante.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Perché viaggiare fa bene

Verde Urbano: due ricerche dimostrano che la nostra salute dipende dagli alberi


Autore: Chiara Marras

Sono Chiara, 25 anni, una laurea in tasca e tanti progetti in mente. Credo fortemente nel web come punto di scambio e divulgazione e penso che uno dei temi più urgenti in questo momento sia l'eco-sostenibilità. Perché allora non riscoprire il viaggio come unione con la natura e con la cultura locale?
Altri articoli di Chiara Marras →


Questo articolo è stato pubblicato il curiosità ed etichettato , , , . Ecco il permalink.