Fra una ventina di giorni si aprirà a Parigi la Conferenza internazionale sul clima. Dal 30 Novembre all’11 Dicembre 2015 rappresentanti politici di tutto il mondo si incontreranno per discutere di clima, riscaldamento globale ed energie pulite per raggiungere un accordo universale e vincolante sulle soluzioni da intraprendere e gli obiettivi da raggiungere.

cambiamento climatico

In marcia per salvare il pianeta: fermare i cambiamenti climatici prima della conferenza si Parigi

L’incontro nella capitale francese è cruciale e rappresenta un momento storico. Gli effetti del cambiamento climatico sono già visibili e se staremo a guardare saranno sempre più devastanti: aumento delle temperature, scioglimento dei ghiacciai, aumento dell’intensità di tempeste e alluvioni, siccità più profonde mettono a rischio l’intero pianeta e le generazioni future.

È necessario intervenire con urgenza, è necessario che a Parigi vengano adottate importanti soluzioni per ridurre le emissioni di CO2.

Noi cittadini di tutto il mondo dobbiamo impegnarci e mobilitarci per chiedere ai nostri politici un’azione decisiva per il clima.

Avaaz, la più grande community online attivista del mondo, si è dedicato all’argomento e ha portato avanti una campagna lunga 30 mesi per portare i Paesi del mondo a un accordo durante il vertice di Parigi. Tra petizioni che hanno raggiunto 2.7 milioni di firme, spot pubblicitari che sono diventati virali, l’incredibile testimonial Mark Ruffalo, decine di manifestazioni e tanto altro, si sono già raggiunti importanti risultati. Al G7 il clima non era neanche nell’agenda e invece grazie alle azioni di Avaaz i Paesi partecipanti si sono impegnati a rendere l’economia globale indipendente dai combustibili fossili entro la fine del secolo, a ridurre entro il 2050 le emissioni di CO2 del 70% rispetto al 2010, investire 100 miliardi di dollari all’anno in politiche per il clima nei paesi in via di sviluppo firmando un accordo legale vincolante. Ora non resta che portare questi obiettivi a Parigi.

E così, il 29 Novembre, in tutto il mondo i cittadini scenderanno nelle piazze chiedendo a gran voce un mondo più verde e sostenibile (http://www.avaaz.org/it/climate_countdown_to_paris/?slideshow).

Gli eventi registrati sono più di 1800, dal Brasile all’Australia, dal Sud Africa al Giappone: le persone di tutto il mondo si uniranno virtualmente marciando per le strade delle città. Al centro di tutta la mobilitazione, si terrà l’enorme marcia di Parigi.

Anche in Italia molti cittadini si sono mobilitati e hanno organizzato molti eventi nelle più importanti città: anche a Trento si parteciperà alla Marcia per il Clima.

Zone del Pianeta in pericolo: la grande barriera corallina in Austrialia
Zone del Pianeta in pericolo: la grande barriera corallina in Austrialia

Marcia per il Clima a Trento

Il 29 Novembre alle 11:00 tutti in Piazza Dante! È qui che si costituirà il corteo che sfilerà sino a Piazza Duomo. Nel centro della città, si terrà la parte principale dell’evento: un breve intervento scientifico seguito da un po’ di musica e da una grande coreografia collettiva per scattare la foto-ricordo da inviare a Parigi e al mondo.
Partecipa anche tu e contribuisci a questo evento storico! Qui trovi tutte le informazioni per partecipare!

Noi di Ecobnb ci saremo! Aderisci all’evento su Facebook e condividilo ai tuoi contatti!

Marcia per il Clima a Trento
Marcia per il Clima a Trento

Riempiamo le strade e le piazze di tutto il modo per chiedere a tutti i nostri leader di impegnarsi a raggiungere il 100% di energie pulite nei prossimi anni.

Insieme, possiamo scrivere una bellissima e importante pagina di storia: possiamo spingere il mondo verso un accordo fondamentale per il futuro del nostro pianeta.

Qui puoi trovare l’evento più vicino a te!

29 novembre - Marcia Globale per il Clima: salviamo il Pianeta!

Potrebbero interessarvi anche:

Earth Overshoot Day

Earth Day: il futuro della Terra nelle nostre mani

  • Claudio

    Ok ma qual è la principale causa dell’effetto serra? Gli allevamenti. Iniziamo ad aggredire la causa più grossa. È facile e non costa niente

    • Simone Riccardi

      Ciao Claudio, mi sapresti indicare alcune azioni che pensi siano fattibili e anche se esiste documentazione su questo tema?

      • Claudio

        Certamente. Azione fattibilissima e con effetto immediato: passare ad un’alimentazione a base vegetale. La documentazione più completa su questo tema è costituita dal grande studio della FAO “Livestock long shadow” e da quello commissionato dalla banca mondiale. Entrambi hanno quantificato le emissioni di gas serra da parte dei trasporti (circa 13%) e degli allevamenti (18% il primo, 51% il secondo). Questi studi, assieme a molti altri dati, sono presentati in modo molto efficace in questo documentario, assolutamente da vedere e su cui riflettere (purtroppo hanno tolto quello in italiano):
        https://m.youtube.com/watch?v=MEygixe1vn4
        Consiglio anche questo:
        https://m.youtube.com/watch?v=Dt_275rGPeY

        • Simone Riccardi

          fantastico! sono input molto preziosi!