Montagne innevate, vulcani, boschi, borghi arroccati e stradine punteggiate di cipressi scorrono davanti al finestrino.  Potete gustarveli comodamente seduti in un vagone dal design elegante ed antico, magari sorseggiando una tazza di caffè.

Pronti per partire?

 

1. Transiberiana d’Italia

Transita, in treno nel Parco Nazionale della Majella, tra Abruzzo e Molise
Transita, in treno nel Parco Nazionale della Majella, tra Abruzzo e Molise

E’ la ferrovia più alta e più spettacolare d’Italia, con la quale attraversate 70 km di parchi e riserve naturali, in territorio abruzzese e molisano, mentre uno dei più spettacolari paesaggi italiani scorre davanti al vostro finestrino.

La linea, rimasta a lungo dismessa, è stata recentemente riattivata.

Ogni mese il trenino parte da Sulmona, attraversa le maestose montagne nel Parco Nazionale della Majella, gli altipiani abruzzesi per poi entrare nel verde e selvaggio territorio dell’Alto Molise, offrendo ai passeggeri visite guidate e degustazioni di vini e cibi tipici.

Tra i prossimi appuntamenti, il 19 maggio un percorso sul tema della transumanza.

Per informazioni: www.transita.org

 

2. A due passi dal cielo

Trenino Rosso del Bernina
Trenino Rosso del Bernina

E’ considerata una delle linee ferroviarie più suggestive al Mondo, e per questo tutelata dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

A  bordo del famoso trenino rosso del Bernina, che collega la stazione di Tirano, in provincia di Sondrio, a quella di St. Moriz, in Svizzera, scorrono davanti ai vostri occhi una ricca varietà di paesaggi, orti e campi coltivati, fiumi, laghi, spazi desolati, ponti e viadotti incredibilmente eleganti, montagne innevate, scorci mozzafiato.

Un percorso di tre ore, lungo dislivelli notevoli vi trasporta a quota 2.256 metri sulla cima del Bernina, dove potete toccare il cielo con un dito!

Per informazioni: www.treninorosso.it

 

3. L’Orient express delle Tre Valli

Linea Genova - Casella
Linea Genova – Casella, fotografia di Maurizio Boi, via Flickr 

Una linea ferroviaria storica, che si snoda da Genova verso la montagna, per 25 meravigliosi chilometri, attraverso le valli dei torrenti Bisagno, Polcevera e Scrivia.  Se la giornata è limpida guardando fuori dal finestrino, dall’alto dei costoni rocciosi, vedete, tra il blu del mare, il monte di Portofino e persino la Corsica.

A bordo tutto è ridotto, comprese le carrozze, alcune delle quali risalgono al 1929, con le originali sedute in legno e le rifiniture in bronzo ed ottone.

La carrozza bar, color blu e crema, con la macchina del caffè in vecchia foggia e abatjours sui tavolini, ricorda  con il suo design antico un mini Orient-Express.

Per informazioni: www.ferroviagenovacasella.it

 

 

4. Dolomiti dal Finestrino

Trenino del Renon
Trenino del Renon, foto Rittner Bahn

A bordo del piccolo trenino del Renon siete immersi nel grandioso paesaggio delle Dolomiti, tra i paesini più sperduti del Sudtirolo, i pascoli e i masi. La linea si sviluppa da Bolzano per circa 7 chilometri, passando anche davanti alle incredibili sculture rocciose nate dal lento lavoro di erosione del vento e del ghiaccio note come “camini delle fate”.

Nel 1907, quando la tratta venne inaugurata, il Trenino del Renon era considerato un piccolo miracolo.

Finalmente si apriva una strada sicura che consentiva di trasportare merci e persone lungo i dorsi delle Dolomiti, da Bolzano fino ai paesini pi sperduti del Sudtirolo.

Per informazioni: Trenino del Renon

5. Toscana Old Style

Val d'Orcia da attraversare in Treno
Val d’Orcia, fotografia di Dimitri, via Flickr

 Attraverso la val d’Orcia, in provincia di Siena, uno dei paesaggi italiani più famosi, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, scorre davanti al vostro finestrino: colline argillose dai colori caldi, borghi arroccati, bellissime stradine bianche costeggiate da cipressi, campi di girasoli.

Il Treno Natura vi trasporta indietro nel tempo, con le sue carrozze d’epoca in legno e, in alcuni casi, con la locomotiva a vapore.

Il percorso, che dura un’ora e mezza, parte da Siena e vi ritorna dopo aver fatto sosta in tutte le storiche stazioncine delle Crete, incastonate nella campagna come preziosi reperti di archeologia rurale.

Altri treni speciali partono alla scoperta del monte Amiata proponendo itinerari tematici tra parchi, riserve, oasi, grotte e corsi d’acqua.

Per informazioni: www.trenonatura.terresiena.it

6. Rotaie sulla lava

La littorina circumetnea che, dal 1895, parte da Catania e si arrampica sui versanti dell'Etna
Circumetnea, da Catania sui versanti dell’Etna, Sicilia

In Sicilia, a bordo del treno Circumetnea, che da Catania arriva a Riposto, passando a lato del Vulcano Etna, vi immergete in una natura incredibile, dai toni contrastanti e selvaggi: scorci sui crateri vulcanici da un’altitudine di quasi 1000 metri,  agrumeti e distese di lava nerissima, che, in alcuni casi, arrivano a lambire la linea ferroviaria.

Fate sosta in piccole stazioni fuori dal tempo, come quella di Bronte, famoso per i suoi Pistacchi, oppure Rendazzo, antico centro di aspetto medioevale.
Per informazioni: www.circumetnea.it

7. Corsa Selvaggia

NelCuoreDeiTacchi, Sardegna, fotografia di Ogliastra
NelCuoreDeiTacchi, Sardegna, fotografia di Ogliastra, via Flickr

Il Trenino Verde vi trasporta tra i paesaggi incontaminati dell’entroterra Sardo, difficilmente raggiungibili con altri mezzi, dove non si avverte la presenza dell’uomo e il verde dei boschi vi avvolge completamente lo sguardo. Un viaggio tra boschi, foreste pietrificate, Dolmen e siti archeologici.

La linea ferroviaria, che è stata realizzata a fine 800, si inserisce delicatamente nel paesaggio, asseconda la morfologia narturale dei luoghi ed aggira gli ostacoli senza gallerie. Un modo di spostarsi a basso impatto ambientale ed in armonia con la natura.

Per maggiori informazioni: www.treninoverde.com


Autore: Silvia Ombellini

Sono un architetto con la passione del viaggio, una mamma che sente sempre più urgente e necessario riuscire a vivere in armonia con l’ecosistema del quale siamo parte. Dopo la nascita del mio secondo bimbo è nato anche ViaggiVerdi, un'avventura intrapresa per cambiare il modo di viaggiare, per renderlo più sostenibile, giusto e buono con l'ambiente, i luoghi e le persone che li abitano.
Altri articoli di Silvia Ombellini →


Questo articolo è stato pubblicato il news ed eventi ed etichettato , , , . Ecco il permalink.
  • Paulovnia

    :)