Cosa non perdere in una città? Quale spiaggia dog-friendly? Quale ristorantino vegan o posticino ideale per chi viaggia con i bambini? A chi non capita di cercare online ispirazioni e leggere i consigli dei blog di viaggio?

Scopriamo i migliori blog di viaggio sostenibile, ovvero i migliori secondo noi: quelli che parlano di turismo lento e vacanze responsabili, che raccontano un nuovo modo di viaggiare, attento all’ambiente, ai luoghi e alle comunità locali. Abbiamo selezionato i migliori blog di viaggio green in Italia, da seguire quest’anno, e incontrato le giovani donne (blogger o viaggiatrici, come preferite) che li hanno creati, per chiedere loro consigli utili per le prossime vacanze eco-friendly. Dove andare? Come viaggiare in modo responsabile e allo stesso tempo risparmiare? Con quale spirito partire? Ecco cosa ci hanno risposto:

I migliori blog di viaggio da non perdere quest'estate

1. Viaggiare Libera, il blog per viaggiare da sola:

La vita di Valentina è un’avventura infinita. Ogni anno trascorre interi mesi in terre lontane e straniere, da sola, in mezzo ai locali per imparare ed esplorare. Ha visitato la Cambogia, l’India, il Senegal e nel suo blog ci racconta questi viaggi incredibili, facendoci ridere, piangere e sognare!

La citazione che ama: Viaggiare è una scuola di umiltà, fa toccare con mano i limiti della propria comprensione, la precarietà degli schemi e degli strumenti con cui una persona o una cultura presumono di capire o giudicano un’altra. (Claudio Magris, l’Infinito Viaggiare)

Tre consigli per viaggiare più sostenibile:

  1. Arricchire la popolazione locale: scegliere B&B gestiti dagli abitanti e acquistare souvenir artigianali.
  2. Fare attenzione alla gestione dei rifiuti: evitare le buste e bottiglie in plastica.
  3. Ogni destinazione è la casa di qualcuno che va rispettata sentendosi ospiti!

Una destinazione da non perdere: il Laos, un’ottima meta per l’ecoturismo. Ammirare cascate mozzafiato, dormire in capanne sugli alberi, camminare nella foresta, e volare tra gli alberi attaccati ad una carrucola sono esperienze indimenticabili.

Leggi la nostra intervista a Valentina Miozzo, Viaggiare Libera

2. Natural Flavour, tra pasta madre e viaggi responsabili

Federica 5 anni fa ha creato un diario dove raccontarsi, dove parlare di cibo di stagione e biologico, delle sue ricette, dei viaggi nel rispetto della natura e del suo orto in balcone. Con il suo blog si scoprono le bellezze della Sicilia, meta del suo viaggio di nozze e le ricette con la pasta madre, senza dimenticare la moda sostenibile.

La citazione che ama: Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove (Pino Cacucci).

Tre consigli per viaggiare più responsabile e risparmiare:

  1. Scegliere un agriturismo biologico dove cibo e stile di vita si legano ai ritmi della natura.
  2. Partire nei mesi meno affollati (bassa stagione): oltre a risparmiare si vive a pieno la bellezza dei luoghi.
  3. Prenotare con anticipo i treni, o condividere il viaggio con i servizi di carpooling.

Una destinazione da non perdere: la Sicilia, con le sue spiagge bianchissime, le riserve naturali, i suggestivi crateri dell’Etna, le saline, l’architettura barocca, e le fantastiche contaminazioni enogastronomiche.

Leggi tutta la nostra intervista a Federica di Natural Flavour

3. Econote, un viaggio intorno al mondo e Napoli

Con Marianna avevamo già parlato del suo viaggio intorno al mondo insieme al suo compagno Antonio. Dopo due anni, Marianna continua a occuparsi di viaggi e di ecologia attraverso il blog di viaggio 30annozero e Econote, un’associazione che lei stessa ha fondato . Un blog dove si parla di cucina, di turismo responsabile, di risparmio e make-up che permette inoltre di scoprire, attraverso itinerari lenti, le meraviglie di Napoli e i suoi dintorni.

La citazione che ama: L’importante non è la meta, ma quello che incontri lungo la strada (Enzo Baldoni).

Tre consigli per viaggiare più responsabile e risparmiare:

  1. Partire con il bagaglio leggero, non acquistare souvenir di nessun tipo e preferire i mercati locali.
  2. Scegliere soluzioni a basso impatto ambientale per dormire.
  3. Acquistare un abbonamento ai mezzi pubblici (o scegliere il carpooling) per vivere come local.

Una destinazione da non perdere: la sua Napoli, partendo con un trekking sul Vesuvio, per poi scoprire il primo insediamento medievale della città (Rione Terra di Pozzuoli), meravigliarsi davanti all’arte contemporanea nei metrò, e, per finire, una capatina sulle isole di Procida, Ischia e Capri.

Leggi la nostra intervista a Marianna di Econote

4. Buongiorno World, per mollare tutto e iniziare a viaggiare

Sempre più spesso sentiamo storie che sembrano irreali di persone che hanno lasciato tutto e hanno iniziato a viaggiare. Valeria, e il compagno Pedro, l’hanno fatto e nel loro blog ci spiegano come e cosa hanno visto da quando hanno stravolto la loro esistenza. Con le loro foto e parole sembra di viaggiare con loro. Scopriamo l’Australia, la Nuova Zelanda e la Thailandia in modo responsabile e sostenibile, tra volontariato, lavoro in cambio di alloggio e campeggi nella natura incontaminata.

La citazione che ama: Fra venti anni sarete più delusi dalle cose che non avrete fatto che da quelle che avete fatto. Mollate gli ormeggi. Navigate lontani dal porto sicuro. Catturate l’aliseo con le vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite. (Mark Twain).

Tre consigli per viaggiare più responsabile e risparmiare:

  1. Farsi ambasciatori in prima persona di un comportamento di responsabilità ambientale e tolleranza culturale.
  2. Dalla scelta dell’alloggio al souvenir, assicurarsi che i nostri soldi vadano alle comunità locali.
  3. Preferire il bus e, dove i mezzi pubblici non ci sono, condividere l’auto con altri viaggiatori.

Una destinazione da non perdere: l’Australia Occidentale, per la sua natura incontaminata, dalle foreste grandiose ai deserti rosso fuoco, fino ai paesaggi che si estendono a perdita d’occhio.

Leggi la nostra intervista a Valeria e Pedro di Buongiorno World

5. Il blog di IT.A.CA’, per non smettere di viaggiare lento

Sonia è la direttrice artistica e della comunicazione del Festival e del Blog di IT.A.CA’ e con lei abbiamo parlato di cosa significa viaggiare e di come è nato il blog di viaggio che ci svela itinerari in angoli poco noti d’Italia e nuove virtuose realtà nel mondo del turismo.

La citazione che amaI sentieri si costruiscono viaggiando (Franz Kafka)

Tre consigli per viaggiare più responsabile e risparmiare:

  1. Rispettare la storia, le tradizioni, le regole e le abitudini dei luoghi che visitiamo.
  2. Lasciare a casa l’auto e preferire i mezzi pubblici.
  3. Partire zaino in spalla con la consapevolezza che per vivere un’avventura incredibile non serve andare lontano.

Una destinazione da non perdere: nessuna in particolare, l’importante è sapersi aprirsi a nuove esperienze e ritornare con occhi diversi.

Leggi la nostra intervista a Sonia Bregoli e al Blog di IT.A.CA’

6. Viaggio sostenibile, per scoprire che la bellezza è già dietro casa

Selene ha 33 anni e vive in Polesine, vicino una lingua di terra stretta e lunga racchiusa tra l’Adige e il Po. Ha sempre voluto scappare da qui, sino a quando ha realizzato che il viaggio inizia da casa e che tutto quello che cercava era lì. Ora vive una vita in punta di piedi, alla ricerca di un’equilibrio naturale. Con lei si scoprono le meraviglie del Delta del Po, gli eventi sostenibili in giro per l’Italia e tanto altro.

La citazione che amaLentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso (Pablo Neruda).

Tre consigli per viaggiare più responsabile e risparmiare:

  1. Essere disposti ad aprirsi, accettare le differenze, rispettare gli usi ed approfondire la cultura del luogo.
  2. Approfittare della sharing economy: utilizzare portali come ecobnb, airbnb, scambiocasa o couchsurfing.
  3. Entrare in contatto con i local che si trasformano in guide turistiche, per rendere l’esperienza più umana.

Una destinazione da non perdere: il Delta del Po, una meta vicina ma ancora poco conosciuta, che non ha nulla da invidiare alla Camargue, con il suo paesaggio sospeso tra cielo ed acqua, punteggiato da aironi bianchi e fenicotteri rosa, e il silenzio surreale.

Articoli da non perdereVivi un’estate sostenibileViaggiare leggeri, anche nella vita

Lasciati ispirare da questi blog di viaggio e parti per viaggi indimenticabili, sempre nel rispetto della natura!

Ti potrebbero interessare anche:

Viaggiare per ritrovare l’armonia con la terra. Intervista a Duccio Demetrio

Vacanza tra i colori della Grecia

  • Anna

    buono a sapersi 🙂