Neanche una goccia di carburante: sembrava impossibile ma Solar Impulse 2 meno di un mese fa ha concluso con successo il primo volo intorno al mondo a zero emissioni, utilizzando solo l’energia solare.

Solar Impulse 2 - il viaggio del mondo con l'energia solare

Questo incredibile progetto è degli svizzeri Bertrand Piccard e André Borschberg che il 26 luglio, dopo 23 giorni di volo, 43 mila chilometri e 17 tappe, hanno segnato la storia dell’aviazione e dell’energia.                       Il Segretario generale dell’Onu, Ban Ki-Moon ha definito questo come un giorno storico per l’umanità e in effetti è un passo incredibile e fondamentale verso il futuro pulito che noi sogniamo.

Dopo l’atterraggio ad Abu Dhabi il pilota e pioniere Piccard ha dichiarato:

Sono sicuro che entro 10 anni vedremo aerei elettrici trasportare 50 passeggeri su voli a corto e medio raggio. Ma non è abbastanza. Le stesse tecnologie pulite utilizzate su Solar Impulse potrebbero essere usate a terra, nella nostra vita quotidiana e tagliare di metà le nostre emissioni di CO2. Solar Impulse è solo l’inizio”.

Solar Impulse 2 - il viaggio del mondo con l'energia solare

L’intero viaggio è stato seguito dall’hashtag #FUTUREISCLEAN che è spesso diventato trending topic di Twitter. I due pionieri non si fermano qui: FUTUREISCLEAN si evolverà in una NGO, il Comitato Internazionale per le Tecnologie Pulite, che ha l’obiettivo di riunire esperti e sponsor per promuovere l’uso delle nuove tecnologie pulite e lanciare progetti innovativi. Ci sono già 400 membri fondatori e sponsor come il Principe Alberto di Monaco, Sir Richard Branson e Kofi Annan.

Il viaggio di Solar Impulse 2 è un’impresa senza eguali che ci proietta direttamente al futuro, verso l’uso delle energie rinnovabili.

Ti potrebbero interessare anche:

Pedalare tra le stelle in Olanda

Rotterdam, un bosco galleggiante per salvare gli alberi

Contro la deforestazione, 20 milioni di nuovi alberi in Kenya

Orange Fiber: i nostri vestiti dalle arance


Autore: Chiara Marras

Sono Chiara, 25 anni, una laurea in tasca e tanti progetti in mente. Credo fortemente nel web come punto di scambio e divulgazione e penso che uno dei temi più urgenti in questo momento sia l'eco-sostenibilità. Perché allora non riscoprire il viaggio come unione con la natura e con la cultura locale?
Altri articoli di Chiara Marras →


Questo articolo è stato pubblicato il curiosità ed etichettato , , . Ecco il permalink.