La spiaggia è la meta per eccellenza dell’estate italiana e non solo. Ma come possiamo fare per non danneggiarla? Scopriamolo insieme!

10 regole per essere green anche in spiaggia

Sole cocente, mare cristallino, un ombrellone, il suono delle onde e magari un buon libro: è questo lo scenario da spiaggia che molti sognano tutto l’anno e che non vedono l’ora di vivere durante quest’estate appena iniziata. Non possiamo però dimenticarci di essere sostenibili anche in questi momenti di totale relax, per proteggere la spiaggia e il mare che ci ospitano. Ecco allora 10 semplicissime regole per essere green e rispettare l’ambiente anche d’estate.

1. Creme solari che non inquinano

10 regole per essere green anche in spiaggia

Per un giornata in spiaggia non può certo mancare una crema solare per proteggersi  dai danni dei raggi UVA, UVB e IR, ma è importantissimo scegliere un prodotto che non inquini il mare. In commercio è sempre più facile trovare creme bio ed eco, che non utilizzano i filtri solari chimici che sono altamente tossici per il mare e i suoi organismi.

2. Zero rifiuti

Portare dei sacchetti per raccogliere incarti e confezioni è fondamentale per tenere la spiaggia pulita. Inoltre è ancora meglio evitare di produrre rifiuti, non acquistando ad esempio prodotti monouso.

3. Evitare gli hotel costruiti sulla spiaggia

No agli ecomostri! Purtroppo le spiagge italiane sono state negli anni cementificate e in alcuni casi distrutte. Anziché soggiornare in queste strutture è sempre meglio scegliere quelle eco-sostenibili, anche se qualche passo più lontano, che offrono cibo biologico, rispettano la natura e il verde, che utilizzano la bioarchitettura e che sono attenti al risparmio energetico.

4. Niente bottiglie di plastica

Sapete che a questo passo nel 2050 negli oceani ci sarà più plastica che pesci? È sempre importante evitare di comprare bottiglie di plastica, e in spiaggia ancora di più. Potete portare delle comode borracce, dalle più classiche a quelle più moderne.

5. Vacanza digital detox in spiaggia

Perché non rinunciare ai dispositivi elettronici almeno in spiaggia? Godetevi la bellezza del mare, il profumo della salsedine e la compagnia di amici o famiglia.

6. La sabbia non è un souvenir

10 regole per essere green anche in spiaggia

Ancora oggi si legge di qualcuno fermato in aeroporto con una bottiglia piena di sabbia: un reato che danneggia gravemente l’ambiente, sottraendo ai luoghi ciò che la natura ha impiegato millenni a creare. Può sembrare un gesto innocuo, ma invece è un grave danno a fragili ecosistemi. Immaginate se lo facessero tutti…

7. Un pranzo o uno spuntino green

10 regole per essere green anche in spiaggia

Frutta e verdure di stagione e a chilometro zero, contenitori riutilizzabili, piatti e posate biodegradabile: anche il pranzo in spiaggia può essere sostenibile.

8. Quale spiaggia?

10 regole per essere green anche in spiaggia

Per essere green è importante anche scegliere la spiaggia giusta, o meglio quella che potete raggiungere più facilmente rinunciando all’auto e usando il treno o la bici!

9. Lasciamo meduse e stelle marine al loro mare

10 regole per essere green anche in spiaggia

Qualcuno si ricorderà ancora della storia del cucciolo di delfino morto a causa dei turisti in cerca di un selfie originale. È evento molto più comune trovare meduse e stelle marine nei secchielli dei bambini, lasciati sotto il sole. Piuttosto che uccidere così gli animali, insegnate ai più piccoli il rispetto per loro e per tutta la natura.

10. Una borsa che ne vale 10

Avete presente la classica famiglia che si prepara ad andare al mare con mille borse? Noi vi consigliamo di non acquistare una borsa per ogni singola esigenza, soprattutto evitando quelle da spiaggia, che sono quasi sempre in plastica.

Ecco i nostri piccoli consigli per un’estate speriamo indimenticabile, ma sicuramente green e sostenibile!

Ti potrebbero interessare anche:

Nel 2050 nei mari ci sarà più plastica che pesci

Gita al mare, fuori stagione è più bella!

Idee e consigli per un picnic ecologico


Autore: Chiara Marras

Sono Chiara, 25 anni, una laurea in tasca e tanti progetti in mente. Credo fortemente nel web come punto di scambio e divulgazione e penso che uno dei temi più urgenti in questo momento sia l'eco-sostenibilità. Perché allora non riscoprire il viaggio come unione con la natura e con la cultura locale?
Altri articoli di Chiara Marras →


Questo articolo è stato pubblicato il vivere e viaggiare verde ed etichettato , , , . Ecco il permalink.