Un cammino verso il Monte Sasso

Due ore trascorse tra Natura e Storia, nel cuore del Parco Regionale Spina Verde di Como, tra boschi e panorami mozzafiato
  • Tempo di percorrenza: Due ore e mezzo

  • Difficoltà: Facile

  • Perchè ci piace: Perché è ricco dal punto di vista paesaggistico e storico.

  • Lunghezza: 5 km

  • Dislivello: 150 m

  • Percorribilità: A piedi

  • Costo: 0 €

  • Il nostro consiglio: Nessuna attrezzatura speciale se non normali scarpe da trekking, pranzo al sacco, acqua e via.

Mappa escursione Monte Sasso

Ci troviamo nel Parco Regionale Spina Verde, uno dei parchi più belli della Lombardia. Qui, tra una natura ricca ed incontaminata, si possono osservare manufatti storici e segni del passato che coprono un arco di tempo lungo più di 2000 anni. È un luogo perfetto per trascorrere una vacanza immersi nella natura, per trascorrere giornate passeggiando tra i boschi, ammirando i panorami mozzafiato sul Lago di Como. Sulla sommità del monte di Drezzo si trova la Cascina Rodiani, una struttura ricettiva a basso impatto ambientale che offre alloggi confortevoli e ottimo cibo biologico.

Cascina Rodiano, struttura ecologica nel Parco Regionale Spina Verde

È proprio qui che inizia l'itinerario verso il Monte Sasso, la cima più alta del Parco, da cui si godono sempre spettacolari panorami.

Panorama Monte Sasso

Il percorso è nel bosco, castani, pini, querce, aceri, mirtilli e la prima parte è prevalentemente d'interesse naturalistico. Il primo punto d'interesse che s'incontra è l'area umida di Paré tra ontani neri e il punto più a sud della Svizzera ed è simpatico entrare e uscire da Italia e Svizzera attraverso un rete di confine pressoché inesistente.

area umida di Paré, Parco Regionale Spina Verde

Si continua e il bosco diventa più fitto e selvaggio con betulle, faggi e agrifogli. Poi si raggiungono le sorgenti del fiume Seveso e si è oramai nei pressi del Monte Sasso. L'area circostante il Monte Sasso è caratterizzata dalle opere della Linea Cadorna, risalente alla prima guerra mondiale (fortificazioni, trincee, galleria, osservatorio e abbeveratoio) e da spettacolari punti panoramici quali il Pin Umbrela con vista verso il Lago di Como e il balcone panoramico del Monte Sasso con vista verso le montagne. Sulla vetta del Monte Sasso primeggiano le eriche spontanee.

 Pin Umbrela, punto panoramico del Monte Sasso

 

Autore: Samuel Crisigiovanni