Tra faggi e pini nel Parco Nazionale Paklenica

Un percorso a piedi, tra boschi di faggio e pino nero, pareti di roccia chiara levigate dall'acqua, seguendo il corso del fiume fino al cuore del parco, circondati da natura selvaggia!
  • Tempo di percorrenza: 2.30 h

  • Difficoltà: Facile

  • Perchè ci piace: per i paesaggi selvaggi che circondano i sentieri del parco

  • Lunghezza: 4 km

  • Dislivello: 100 m

  • Percorribilità: a piedi

  • Costo: 0

  • Il nostro consiglio: è possibile prenotare una visita guidata alla grotta carsica Manita Pec

Lungo la costa della Croazia, tra paesaggi selvaggi e poco abitati, si trova il Parco Nazionale Paklenica, luogo conosciuto soprattutto tra gli arrampicatori per la bellezza delle pareti rocciose che circondano il fiume Paklenica, ma che offre molteplici itinerari da fare anche a piedi. L'area del Parco si trova molto vicino alla costa, nei pressi del paese di Starigrad: è il luogo ideale per chi desidera un'attiva vacanza, tra spiagge e montagne! 

Due persone passeggiano lungo una strada sterrata. Sullo sfondo delle cime rocciose ricoperte da cespuglietti
Verso l'ingresso del Parco - foto di Anita Cason

Un percorso interessante è quello che conduce al Rifugio alpino Paklenica, situato nel cuore del parco, ai piedi del monte Vaganski Vrh che con i suoi 1757m è la vetta più elevata del parco. Potrete decidere di partire direttamente a piedi dalle spiagge di Starigrad o di accoraciare il percorso partendo dal parcheggio situato a circa 1 Km dall'ingresso del parco.

due persone si preparano per la passeggiata dopo aver parcheggiato l'auto all'interno del parco
Nicola e Roberto al parcheggio nel parco - foto di Anita Cason

Il sentiero inizia in leggera salita, seguendo il corso impetuoso del fiume attraversato da dei ponticelli e costeggiando affascinanti pareti di roccia lavorata dal tempo e dall'acqua. La più imponente è sicuramente la parete nord-ovest dell'Anica Kuk dalla cui cima si gode di un magnifico panorama, che spazia fino al mare e alla penisola su cui sorge la città di Zara.

tra cime sassose e cespugli di macchia mediterranea
Panorama dalla cima di Anica Kuk - foto di Roberto dal Cortivo

Il nostro percorso non si ferma qui, ma prosegue oltre addentrandosi in un fitto bosco di faggi. Il parco di Paklenica è molto noto per la varietà della flora e della fauna che lo caratterizzano e in particolare per le diverse specie di farfalle, alcune delle quali ormai quasi scomparse in molte regioni europee. Il fiume Paklenica ci scorre sempre a fianco con il suo allegro chiacchierio, tra i colori autunnali del bosco. 

un ragazzo cammina sul sentiero circondato da boschi e foglie arancioni
Federico lungo il sentiero verso il rifugio - foto di Anita Cason

Il sentiero prosegue tranquillo nel bosco, tra dolci pendenze, fino a raggiungere il rifugio aplino "Paklenica". Non si tratta di un percorso impegnativo e per questo è ideale anche per le famiglie con bambini o se desiderate un tranquillo pomeriggio immersi nella natura. Presso il rifugio si può inoltre pernottare: questa può essere la soluzione ideale se desiderate proseguire l'esplorazione del parco lungo i molti altri sentieri, anche più impegnativi, che lo attraversano. 

rifugio nel bosco
Il rifugio alpino - actaplantarum.org

Il ritorno segue lo stesso sentiero di andata oppure è possibile fare un giro ad anello, seguendo le indicazioni che troverete al rifugio, lungo un percorso che vi riporterà nei pressi di Anica Kuk. Se sarete fortunati, tornati alla spiaggia, potrete godere di bellissimi tramonti!

tramonto sul mare
Tramonto dalla spiaggia di Starigrad - foto di Anita Cason

 

Autore: Anita Cason

Immagine di copertina: il parco di Paklenica - foto di Anita Cason

Alloggi ecosostenibili

Olive Garden Paljka

Sveti Filip i Jakov (Zadarska županija)

A partire da 100,00 €