Ciclovia del Parco Fluviale del Taro

Una gita in bici in mezzo alla natura lungo la ciclovia del Parco fluviale del Taro in provincia di Parma, alla scoperta di paesaggi, tradizione del cibo e corti storiche.
  • Tempo di percorrenza: Mezza giornata

  • Difficoltà: Facile

  • Perchè ci piace: per le bellezze del Parco, la campagna parmense, le chiese e le strutture architettoniche storiche.

  • Lunghezza: 20 km

  • Dislivello: 100 m

  • Percorribilità: in bici, a piedi

  • Costo: 0 €

  • Il nostro consiglio: Arrivare fino a Collecchio su treni con trasporto biciclette. Da qui intraprendere l’itinerario in bici. Si parte parte stazione di Collecchio attraversando il paese e si prosegue lungo la vecchia Satale della Cisa. Uscendo dal paese a destra si prende via Campirolo, una strada di campagna tra campi coltivati, siepi e filari di alberi che porta alla Corte di Giarola.

 

Mappa dell'itinerario in bici nel Parco Naturale del Taro, Collecchio, Parma, Emilia Romagna
Mappa dell'itinerario in bici nel Parco Naturale del Taro, Collecchio, Parma, Emilia Romagna
Altimetria del percorso Ciclabile nel Parco del Taro, Collecchio, Parma - Emilia Romagna
Altimetria del percorso Ciclabile nel Parco del Taro, Collecchio, Parma - Emilia Romagna

 

Lasciando la stazione di Collecchio (è possibile trasportare la bicicletta sulla maggior parte dei treni regionali che collegano Parma a Collecchio), attraversiamo il centro di questa bella cittadina e proseguiamo lungo la vecchia strada della Cisa.

in bicicletta attraverso la campagna di Giarola, Collecchio, Parma si incontrano antiche cascine immerse nel verde
La campagna di Giarola, Collecchio, Parma

 

Sulla destra imbocchiamo strada Campirolo, una tranquilla strada di campagna tra filari e alberi che conduce alla Corte di Giarola.

L’antico complesso monastico della Corte di Giarola, risalente al medioevo, è stato oggetto di un continuo e progressivo restauro che ha permesso di recuperare molti spazi. 

Antica corte di Giarola, Parco del Taro, Parma, Emilia Romagna
Antica corte di Giarola, Parco del Taro, foto di Turismo Emilia Romagna, via flickr

La Corte medievale non è sola la sede del Parco, ma ospita anche due musei particolarmente apprezzati dagli amanti del cibo, della terra e della tradizione.

Sono i Musei della Pasta e del Pomodoro, aperti al pubblico nei fine settimana e su prenotazione per gruppi. Approfittando della sosta la corte dispone di un punto acqua e toilette pubbliche.

Pasta: nel Museo della Pasta in Giarola è possibile scoprire tutta la storia e un sacco di curiosità per la tradizione della pasta italiana
Pasta: nel Museo della Pasta in Giarola è possibile scoprire tutta la storia e un sacco di curiosità per la tradizione della pasta italiana

 

Rimettendosi in sella alle biciclette si prosegue lungo strada Giarola, per poi inserirsi sulla pista ciclabile che conduce ad Oppiano, dove si puo’ ammirare la chiesa costruita agli inizi del Settecento ed che ha rappresentato un punto di riferimento per i pellegrini che percorrevano la Via Francigena.  

Proseguendo oltre la frazione di Villanova ci si ricongiunge di nuovo sulla Statale della Cisa arrivando ad Ozzano Taro. Da qui passando per Gaiano si chide l’anello e si rientra in bici.

In bicicletta nel Parco del Taro, Corte di Giarola, Collecchio, Parma
In bicicletta nel Parco del Taro, Corte di Giarola, Collecchio, Parma

 

Per informazioni: Centro Parco Corte di Giarola,  Strada Giarola, 11 Collecchio  0521-802688 info.taro@parchiemiliaoccidentale.it

Ciclopista del Taro - Emilia Romagna

Costo: gratuito.

Possibilità di noleggio bici presso la Corte Giarola (circa 3 euro per mezza giornata).

Ingresso ai Musei della Pasta e del Pomodoro 4 euro.

Autore: Gaia Giongo