Guida verde a Como

Il Lago di Como è sempre stato amato per il suo landscape: le montagne boscose e il cielo che muove il colore dell’acqua ad ogni mutamento climatico erano destinati agli animi più romantici.

Banalmente potremmo citarvi il famoso ramo manzoniano, più sinceramente vi parliamo di Como, la città che dà il nome al lago, con i suoi tanti monumenti, con il piccolo e grazioso centro storico e gli scorci suggestivi...

Battelli e aliscafi sono la scelta migliore per ammirare la città e godere della bellezza del paesaggio ma per godere di un panorama più ampio non c’è mezzo più adatto della funicolare che collega Como a Brunate.

 

1. Cosa vedere a Como

Uno dei monumenti più belli dell’Italia è il Duomo di Como, un edificio complesso, armonioso e imponente. La facciata è tutta guglie e pinnacoli, con decorazioni scultoree opera della bottega di Giovanni Rodari.

Il Duomo di Como
Il Duomo, foto di Lourdes M. Montañez via Flickr

E poi, il lago. Da qui passò Goethe e molti altri romantici che scoprirono vere emozioni, passionali e reali. Su questo lago si può davvero sognare, muovendo dalle sponde fatate dove troverete ville contese da star del cinema e grandi industriali e Villa d'Este… non mancano i luoghi più selvaggi, le montagne, le abbazie e le piccole spiaggette dimenticate, in stile tipicamente lacustre, dove tutto è immobile e silenzioso da tantissimo tempo.

Como vista dal lago
Como vista dal lago, foto di Alex F. via Flickr

2. I dintorni

Villa Balbianello vi sorprenderà dalla punta di un promontorio nel cuore del Lario, immersa in un parco boschivo complesso e misto: un po’ italiano e un po’ inglese. Si tratta della villa che George Lucas ha scelto per Star Wars. In effetti il lago spesso può sembrare un pianeta a parte!

Visitate Bellagio e fate un sereno aperitivo in uno dei bar del lungo lago. Se raggiungete Bellagio in battello, proseguite per Varenna, un piccolo paese all'inizio di Lecco che ha ancora tutto il fascino degli antichi villaggi di pescatori. Famosissimi i Giardini di Villa Melzi, ancora a Bellagio e Villa Carlotta di Tremezzo, proprio di rimpetto, immersa nelle azalee e con diverse statue del Canova.

Varenna, nei dintorni di Como
Varenna, foto di Juan Rubiano via Flickr

L'Isola Comacina è l'unica isola del lago: da non perdere lo spettacolo di fuochi d'artificio il 24 giugno quando si ricorda l'incendio che un tempo vi fu appiccato. Troverete un meraviglioso campanile gotico: una chiesa tutta da scoprire. 

3. I sapori e la cucina a km 0

Il comasco è ricco di piatti da assaggiare; sono spesso di orgini contadine e dai gusti genuini e raffinati.

Tra i vari piatti non perdete il Misultin: un piatto tipico del lago di Como, nato dalle abitudini alimentari dei pescatori: si tratta di agoni essicati, pesci tipici delle acque dolci del Lario e lavorati finemente; il pesce va prima pulito, poi messo sotto sale, poi passato in salamoia, poi pulito e infine lasciato ad essiccare infilzato a foggia di collana.

Gli agoni ad essicare
Gli agoni ad essicare

Accompagnatelo con la polenta, sempre ottima e abbondante. Gustatela anche con le altre specialità come il pesce in carpione, le trote affumicate sott’olio, l’anguilla e la zuppa di pesce alla Tremezzina. Da non perdere il risotto con filetti di pesce persico. 

Nell’entroterra montano la cucina è decisamente più povera ma non per questo meno buona! Nei tipici crotti, fresche cantine scavate nella roccia, si trovano buonissimi ristoranti, con formaggi d’eccezione: il taleggio, il Bitto, le formaggelle, i caprini, la ricotta e il burro e grassi salumi.

 

4. Natura, sport e itinerari verdi

Quando potete scegliete sempre il battello, oppure non c'è niente di meglio che prendere una barca in affitto, anche senza patente nautica e viaggiare di paese in paese, senza dimenticare un bagno in lago.

Altro mezzo di trasporto da non perdere è la funicolare Como-Brunate che collega il lago e la montagna, e regala una vista mozzafiato sul lago dall’alto. 

Funicolare Como-Brunate
Funicolare Como-Brunate

 

Si parte da una galleria e si prosegue poi all’esterno, arrampicandosi su una ripida collina: tutto il percorso è lungo 1084 metri e vi porta in pochissimi minuti a Brunate, detto anche il “balcone” delle Alpi per i suoi innumerevoli punti panoramici su Como, sul lago e sulle Alpi con il Monviso e il Monte Rosa. 

 

5. Dove dormire in città e nei dintorni

Scopri tutte le strutture ricettive ecofriendly della provincia di Como, dagli agriturismi di charme e biologici circondati dai boschi, ai piccoli B&B affacciati sulle sponde del lago.

Scopri tutte le strutture ricettive ecofriendly a Como e provincia

 

Testi di Angela Sebastianelli

Immagine di copertina: Villa Balbianello

Alloggi ecosostenibili

Cascina Rodiani - Green Hospitality

Colverde, fraz. Drezzo (Lombardia)

A partire da 80,00 €
Ricarichiamo le tue batterie vitali

Varese (Lombardy)

A partire da 30,00 €
L'Ospitale B&B Solidale per Natura

Legnano (Lombardia)

A partire da 70,00 €
Oasi Galbusera Bianca

La Valletta Brianza (Lombardia)

A partire da 120,00 €
Casa Lua sul lago Como

Carate Urio (Lombardia)

A partire da 132,00 €
AQUARELLE - Lago di Como

Faggeto Lario (Lombardia)

A partire da 90,00 €
Fattoria Amici Cavalli

Brivio (Lombardia)

A partire da 85,00 €
B&B Piccolo Mondo Antico

Castellanza (Lombardia)

A partire da 70,00 €
Agriturismo Prisma

Galbiate (Lombardia)

A partire da 20,00 €
Agriturismo Al Marnich

Schignano (Lombardia)

A partire da 52,00 €
Agriturismo Badi Farm

Sumirago (Lombardia)

A partire da 25,00 €
B&B Le Pinete

Viggiù (Lombardia)

A partire da 125,00 €
B&B alla Bonacina

Lecco (Lombardia)

A partire da 70,00 €
Agriturismo La Costa

Perego (Lombardia)

A partire da 90,00 €
I Tre Pini

Mornago (Lombardia)

A partire da 85,00 €