Case cantoniere, locande, masserie, ostelli, piccole stazioni, caselli, monasteri abbandonati da ristrutturare e trasformare in immobili turistici sostenibili, verranno dati in concessione gratuita agli under 40.

 

L’Agenzia del Demanio, con l’obiettivo do promuovere l’idea di un turismo lento ed esperienziale, offre 103 immobili dislocati lungo gli itinerari storico-religiosi e i percorsi ciclopedonali da Nord a Sud del Paese a operatori privati o imprese, cooperative e associazioni composte in prevalenza da giovani under 40.

Entro l’estate verranno pubblicati i bandi di gara. Gli immobili saranno dati in concessione gratuita (9 + 9 anni) o in concessione di valorizzazione (fino a 50 anni) per essere trasformati in piccoli hotel, punti ristoro, centri di assistenza, luoghi per attività ricreative, culturali e di formazione, botteghe artigianali o anche centro benessere. Inoltre, dal 9 maggio al 26 giugno sul sito agenziademanio.it sarà possibile partecipare a una consultazione pubblica: tutti gli interessati, i giovani, i pellegrini, i bikers e gli imprenditori potranno lasciare suggerimenti e idee.

In regalo per gli under 40 case cantoniere, locande, masserie, ostelli, piccole stazioni, caselli, e monasteri da ristrutturare e trasformare in immobili turistici sostenibili.

Dopo il 2017, il progetto sarà replicato anche nel 2018 e nel 2019, sempre dando in concessione 100 immobili ogni anno. Dal Mibact inoltre arriveranno 3 milioni di euro (attraverso 4 bandi) per fornire un tutoraggio alle start-up che parteciperanno al progetto e accompagnarle nei primi 2 anni di vita.

 

Ti potrebbero interessare:

L’Anno dei Borghi in Italia

Una pista ciclabile dalla Liguria al Lazio: sogno o realtà?

 


Autore: Chiara Marras

Sono Chiara, 25 anni, una laurea in tasca e tanti progetti in mente. Credo fortemente nel web come punto di scambio e divulgazione e penso che uno dei temi più urgenti in questo momento sia l'eco-sostenibilità. Perché allora non riscoprire il viaggio come unione con la natura e con la cultura locale?
Altri articoli di Chiara Marras →


Questo articolo è stato pubblicato il news ed eventi ed etichettato , , . Ecco il permalink.